Banca Generali, dal Cda più deleghe per Mossa

Cooptato Giovanni Luca Perin come consigliere non esecutivo

TRIESTE. Il Consiglio di Amministrazione di Banca Generali riunitosi il 20 aprile, a seguito della prematura scomparsa di Piermario Motta, ha deliberato una significativa rivisitazione della governance della Banca rimodulando ed ampliando i poteri conferiti al direttore generale Gian Maria Mossa, in funzione dell'attribuzione allo stesso Mossa del ruolo di capo azienda.

Il Cda ha inoltre proceduto, ai sensi di quanto previsto dallo statuto, alla nomina per cooptazione di Giovanni Luca Perin, Chief HR & Organization Officer di Generali Italia S.p.A., a consigliere non esecutivo della società.