Banca Generali, a maggio cresce la raccolta gestita

Saldo da inizio anno 2,4 miliardi, +27% rispetto all'anno scorso

MILANO - Per Banca Generali maggio è il miglior mese dell’anno per la raccolta gestita «grazie al lancio delle nuove soluzioni modulabili alla clientela affluent e private. Raccolta netta totale che si conferma sui livelli sostenuti dei mesi precedenti supportata dai flussi di nuovi clienti», si legge in una nota.

Da gennaio la raccolta ha raggiunto i 2,4 miliardi di euro con un progresso del 27% rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno.

In evidenza nel mese il risultato della raccolta gestita, ai livelli più elevati del 2016, a quota 325 milioni.

«Nonostante la prudenza sui prodotti gestiti tradizionali, di riflesso alle incognite per il referendum Brexit alle porte e per l’incertezza alle mosse delle banche centrali, l’unicità di Banca Generali di offrire un modello private su misura alle diverse tipologie di famiglie ha trovato pieno riscontro - prosegue la nota -. Maggio si contraddistingue proprio per il completamento del lancio operativo degli innovativi ’contenitorì gestiti, profilabili secondo le differenti necessità della clientela affluent e private, che possono così contare su proposte uniche dedicate, in grado di contenere la volatilità e personalizzare le scelte strategiche attingendo a diversi strumenti di investimento».

Se il mese si contraddistingue per il risultato di risparmio gestito, resta in primo piano anche il flusso di nuova clientela come si evince dalla raccolta amministrata.

I 108 milioni di maggio (950 milioni da inizio anno) riflettono la continua acquisizione di nuova clientela e l’interesse all’azione di reclutamento.

Il direttore generale, Gian Maria Mossa, ha commentato: «Siamo molto soddisfatti dell’eccellente risposta alle nuove proposte gestite su misura che hanno completato il percorso di debutto a maggio. Il nostro posizionamento da banca private, con soluzioni modulabili per una clientela private e per le famiglie, ci consente di ampliare la sfera di strumenti nelle sfide alla volatilità e nel percorso di tutela patrimoniale. Guardiamo con grande fiducia ai prossimi mesi forti dei segnali flussi di nuovi clienti».