Mercati: continua il rimbalzo dopo crollo Brexit

Avvio positivo per i listini finanziari d'Europa dopo lo scivolone innescato dal referendum lo scorso 23 giugno. Scambi in forte rialzo a Milano, in crescita il Ftse Mib. Buoni anche gli scambi sul settore bancario

Avvio positivo per i principali listini azionari dopo lo scivolone dei giorni scorsi innescato dalla vittoria della Brexit al referendum britannico, lo scorso 23 giugno.

Scende molto lo spread, raggiungendo 145 punti base, con un deciso calo di 8 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni che si posiziona all'1,34%.


Tra gli indici di Eurolandia, sostenuta Francoforte, con un discreto guadagno dello 0,96%. Incandescente Londra, che vanta un incisivo incremento dell'1,59%. Buoni spunti su Parigi, che mostra un ampio vantaggio dell'1,14%. Scambi in forte rialzo per la Borsa milanese, con il Ftse Mib, che sta mettendo a segno un guadagno dell'1,58%.

Buona la performance a Milano del comparto bancario (+3,64%) nel giorno in cui il decreto sulle banche aspetta il sì definitivo dal Parlamento.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Intesa Sanpaolo (+4,31%), Banca Mps (+3,62%), Banco Popolare (+3,60%) e Unicredit (+3,30%) in attesa della nomina del nuovo ceo. Anche Generali cresce del 2,46%.

Nel lusso, soffre Salvatore Ferragamo, che evidenzia una perdita dell'1,79%. Calo deciso per Luxottica, che segna un -1,56%. Giù anche Tod's (-0,70%).