Assicura Group, semestrale con crescita a due cifre

I nuovi premi, nel sistema Bcc Fvg, crescono del 61%; gli investimenti in prodotti assicurativi del 70%

UDINE - Il totale dei nuovi premi acquisiti dalle Bcc regionali aderenti al sistema, nel primo semestre del 2016, ha superato i 71 milioni di euro con una crescita di oltre il 61 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Lo rende noto Assicura Agenzia, la società assicurativa della holding Assicura Group, di Bcc, Confcooperative e Confartigianato di Fvg e Trentino, presieduta da Tiziano Portelli.

L’ottimo risultato - in controtendenza con le rilevazioni del mercato nazionale sulla cui base l’Ania prevede per il 2016 una diminuzione dei premi contabilizzati danni e vita del 7,1 per cento - è frutto di uno sviluppo trasversale a quasi tutti i comparti.

Il volume dei premi relativi a nuove polizze rami danni cresce di oltre il 22 per cento; quello generato dalle polizze rc-auto aumenta del 40 per cento a fronte di un incremento di oltre 50 per cento di nuove polizze (pari a 3.014) e quello raccolto dalle polizze sulla casa (a fronte di 2.679 unità) si incrementa del 37 per cento mentre quello delle CPI, con 1.658 nuove polizze e una crescita del 30 per cento, conferma il riconoscimento del valore di queste soluzioni assicurative da parte dei soci e dei clienti delle Bcc.

Permane, altresì, il forte favore dei risparmiatori verso le forme di investimento in prodotti assicurativi che hanno attratto oltre 62 milioni di euro di nuovi premi (+70 per cento rispetto all'anno scorso), con un'evidente predominanza dei prodotti rivalutabili legati a gestione separata che hanno raccolto oltre 55 milioni di euro.

La previdenza complementare registra un incremento del 20 per cento.

La nuova raccolta di oltre 4,7 milioni di euro, generata da 751 nuove adesioni per complessivi 634 mila euro e da oltre 4 milioni di euro di versamenti aggiuntivi, testimonia l'attenzione delle Bcc del Fvg nel sensibilizzare soci e clienti sulla necessità di adottare adeguate misure per pianificare i risparmi con l'obiettivo di affrontare con serenità il proprio futuro.

«Anche se la crescita del numero dei contratti emessi nel triennio è senz’altro significativa con un trend in continua progressione su tutti i rami, il potenziale a disposizione è ancora estremamente rilevante a causa della forte sottoassicurazione che caratterizza il nostro Paese – osserva Sandro Gotti, direttore di Assicura Group -. Recenti sondaggi rilevano che, seppur 80 famiglie su 100 siano proprietarie dell'abitazione in cui vivono, solo una su quattro l'assicura; meno di una casa su 100 è assicurata contro i danni sismici; l'82 per cento degli intervistati non ha sottoscritto alcuna polizza per tutelarsi in caso di invalidità, inabilità al lavoro permanente o temporanea e solo il 19 per cento ha aderito a forme di previdenza integrativa».