A Padova accordo Confindustria-sindacati per detassare i premi di risultato

L'intesa permette di applicare le agevolazioni fiscali anche ai lavoratori delle imprese senza rappresentanza sindacale e prevede una imposta sostitutiva del 10% sui premi fino ai duemila euro

PADOVA - Confindustria Padova, Cgil, Cisl e Uil hanno siglato un accordo territoriale per detassare i premi di risultato.

L'intesa permette di applicare le agevolazioni fiscali anche ai lavoratori delle imprese senza rappresentanza sindacale e prevede una imposta sostitutiva del 10% sui premi fino ai duemila euro (2.500 se c'è coinvolgimento dei lavoratori).

Le parti hanno concordato di dare supporto alle aziende senza rappresentanza sindacale per sviluppare la contrattazione aziendale, sperimentare un modello territoriale per adesione, sviluppare le competenze delle Rsu sui temi della competitività e gestione aziendale, rendere accessibile il welfare aziendale alle realtà più piccole, anche in termini di filiera, sviluppare politiche per l'invecchiamento attivo in azienda.

Nella prospettiva di un accordo-quadro provinciale che definisca priorità e tempi di intervento.