Il 2016 è stato l'anno dei traguardi per l'agricoltura del Friuli Venezia Giulia

Ottenuti infatti i riconoscimenti della Doc Friuli e della Doc interregionale delle Venezie. Shaurli: "Nel 2017 ci occuperemo anche del settore zootecnico e del latte"

TRIESTE - Sarà ricordato come l'anno in cui sono stati raggiunti due traguardi che il Friuli Venezia Giulia perseguiva da anni nel settore vitivinicolo: il 2016 è stato infatti contraddistinto dal riconoscimento della "DOC Friuli" e della "DOC interregionale delle Venezie".

E' quanto emerso dalla conferenza stampa di fine anno della Giunta regionale del Fvg, durante la quale il bilancio per gli ambiti dell'agricoltura e delle foreste è stato presentato dal vicepresidente Sergio Bolzonello, vista l'assenza dell'assessore alle Risorse agricole e forestali, Cristiano Shaurli, ad Amatrice per testimoniare l'impegno della Regione Friuli Venezia Giulia nella ricostruzione dopo il terremoto che ha devastato il centro Italia.

Nei giorni scorsi, tuttavia, Shaurli aveva rimarcato come sia in forte crescita l'export dei prodotti regionali, in particolare per quanto riguarda i settori agroalimentare (+ 35 %) e vitivinicolo (+12%).

Risultati positivi, per i quali l'assessore all'Agricoltura ha voluto ringraziare le filiere dei produttori per "la loro capacità di fare massa critica e lavorare assieme".

"Per il prossimo anno - ha detto Shaurli - credo si debba fare un ragionamento molto forte sul settore zootecnico, in particolare sul latte".

Su questo fronte, tuttavia, sono già state avviate alcune iniziative, come ad esempio il progetto per il rilancio del Montasio, finanziato con 700mila euro.

Cresce anche l'impegno per gli interventi idraulico-forestali.

L'amministrazione regionale solo nel 2016 ha infatti finanziato quasi 90 interventi di manutenzione per una spesa di quasi 2 milioni di euro.