Clivet, raggiunto l'accordo per il contratto integrativo

Dopo uno stop durato nove anni, azienda ed Rsu siglano l'intesa. Premio di risultato legato a produttività e flessibilità. Nel contratto entra anche il welfare

BELLUNO -  Clivet: contrattazione aziendale come strumento di condivisione e incentivo al continuo miglioramento.

Con questi presupposti è stato siglato nei giorni scorsi l’accordo aziendale tra Clivet spa, assistita da Confindustria Belluno Dolomiti,  e la Rappresentanza Sindacale Unitaria.

Un accordo che rompe un lungo periodo durato nove anni, durante il quale le diverse fasi di cambiamento che hanno coinvolto questa importante realtà industriale bellunese, hanno generato l’assenza di contrattazione di secondo livello.

«I tempi sono finalmente maturi per ripristinare un premio di risultato valido per il 2018 e rivolto a tutte le maestranze di Clivet spa – afferma Luca Martini Direttore Operation di Clivet -  In un contesto globale dove l’efficienza produttiva, la precisione e la puntualità determinano il posizionamento di un’azienda sul mercato di settore, riteniamo fondamentale far crescere un forte senso di partecipazione a partire da chi lavora in Fabbrica. Il premio di risultato verrà conteggiato combinando un indicatore di Rendimento di Fabbrica con un indicatore di Redditività Aziendale, monitorati durante l’anno. Il premio potrà arrivare fino ad un importo di 700 euro, o addirittura superare i 700 euro in base ad un meccanismo di decurtazione parziale del Premio per chi supera il numero limite di assenze dal lavoro nel corso del periodo di riferimento. Questa parte verrà ridistribuita in modo equivalente tra tutti gli operai più assidui al lavoro».

L’innovazione dell’accordo sta anche nella modalità scelta dalle parti per l’erogazione del Premio di Risultato, che sarà totalmente riconosciuto attraverso una forma di Welfare, spendibile su un vasto paniere di offerte.

«In ottica di maggiore coinvolgimento e incentivazione al continuo miglioramento – continua Luca Martini - l’azienda darà voce ai suggerimenti dei lavoratori per migliorare e affinare i processi produttivi, con l’obiettivo di ottenere, anche grazie a questi input, un incremento del rendimento di fabbrica».

L’Azienda e la RSU si confronteranno anche per valutare gli strumenti più efficaci e idonei di gestione dell’orario di lavoro offerti dal Contratto Nazionale, in modo da gestire al meglio la flessibilità imposta da un andamento produttivo caratterizzato da periodi di maggiore intensità e periodi di minore carico.

«Questo accordo - conclude Luca Martini - rappresenta il primo importante capitolo di un percorso a lungo termine per la definizione di un contratto integrativo aziendale triennale che istituisca un Premio di Risultato per la totalità dei lavoratori di CLIVET SPA a partire dal 2019».

Accanto a queste strategie per l’incentivazione al miglioramento, l’azienda ha intrapreso e sta portando avanti una serie di attività volte a creare un ambiente più accogliente per i propri dipendenti come ad esempio la nuova mensa aperta a febbraio, che a marzo ha attivato anche il Servizio Serale e Take Away e che a partire da giugno avrà un’area esterna per il consumo dei pasti all’aria aperta.