Unilever, altro sciopero contro gli esuberi

La protesta è scattata nello stabilimento di Sanguinetto, provincia di Verona. Nel mirino di lavoratori e sindaccati, il piano industriale della mutlinazionale che paventa 42 licenziamenti

VERONA - Nuovo sciopero di otto ore, oggi 21 maggio, alla Unilever di Sanguinetto (Verona).

I lavoratori hanno manifestato davanti alla sede di Confindustria Verona, a sostegno della trattativa che è ripresa ad oltranza con i vertici della multinazionale alimentare che nello stabilimento veronese realizza i prodotti marchio Knorr.

Lavoratori e sindacati contestano il piano di 42 esuberi presentato dall'azienda, che finora non ha manifestato segnali di apertura.

I licenziamenti potrebbero scendere a 34, se i lavoratori saranno disponibili ad accettare la flessibilità.