Atlantia, c'è il closing su Abertis

Atlantia, Acs e Hochtief hanno perfezionato l’accordo per l'investimento congiunto nella spagnola Abertis Infraestructuras. Per acquisire il 98,7% del capitale di Abertis, le parti hanno investito complessivamente 16,5 miliardi di euro. L'Ad Castellucci: "Ora Atlantia diventa leader mondiale nelle concessioni di infrastrutture di trasporto"

TREVISO  - Atlantia, Acs e Hochtief hanno perfezionato l’accordo sottoscritto il 23 marzo scorso per un investimento congiunto nella spagnola Abertis Infraestructuras.

Per acquisire il 98,7% del capitale di Abertis, le parti hanno investito complessivamente 16,5 miliardi di euro.

In una transazione separata, come previsto dallo stesso accordo, Atlantia ha acquisito il 23,9% del capitale di Hochtief da Acs a un prezzo pari a 143,04 euro per azione, per un corrispettivo totale di 2,4 miliardi di euro.

L’ingresso del gruppo infrastrutturale italiano in Hochtief avvia una partnership fra il più grande gruppo di costruzione specializzato nella realizzazione di progetti infrastrutturali complessi (Acs e Hochtief) e il più importante gestore di concessioni al mondo (Atlantia con Abertis).

Le parti hanno costituito Abertis Partecipaciones, società di diritto spagnolo il cui capitale (interamente versato), è detenuto da Abertis HoldCo, società di diritto spagnolo di nuova costituzione il cui capitale (interamente versato) è detenuto dai seguenti azionisti: Atlantia 50% (più una azione), Acs 30% e Hochtief 20% (meno una azione).

Abertis Partecipaciones ha acquisito, al prezzo di 18,36 euro per azione, il 98,7% del capitale di Abertis detenuto da Hochtief, riveniente dall’offerta pubblica di acquisto volontaria sulla società terminata il 18 maggio 2018, e incrementata con successivi acquisti sul mercato - prima del delisting di Abertis dalla Borsa di Madrid - e da transazioni successive.

Per acquisire il 98,7% del capitale di Abertis, le parti hanno investito complessivamente 16,5 miliardi di euro.

Tale importo è stato finanziato tramite mezzi propri per 6,9 miliardi di euro confluiti in Abertis HoldCo, mentre il restante ammontare è stato finanziato attraverso un pacchetto finanziario comprendente un term loan amortising da 3,0 miliardi di euro (con scadenza compresa fra i 4 e i 5 anni), un prestito ponte (bridge-to-bond con scadenza a 18,5 mesi) per 4,7 miliardi di euro, un bridge-to-disposal per 2,2 miliardi di euro (dei quali 1,7 miliardi di euro saranno rimborsati con i proventi della vendita della quota di Abertis in Cellnex già perfezionata nel maggio 2018).

Atantia ha finanziato il proprio apporto di capitale in Abertis HoldCo e l’acquisizione del 23,9% di Hochtief attraverso disponibilità di cassa e un pacchetto finanziario con scadenze comprese fra il 2022 e il 2023.

Giovanni Castellucci : "Con l'operazione in Abertis il gruppo Atlantia diventa leader mondiale nelle concessioni di infrastrutture di trasporto, mettendo insieme competenze, capitali e tecnologie di Italia e Spagna, in una combinazione unica al servizio delle comunità nazionali e dei clienti in tutto il mondo, mantenendo solide radici e capacità d'investimento in Italia", lo ha dichiarato l'ad di Atlantia Giovanni Castellucci.

Che aggiunge: "la crescita al di fuori dei confini per competere con successo sui mercati globali è stata da sempre la visione di Gilberto e di tutta la famiglia Benetton. L'abbiamo perseguita con determinazione e con il suo stimolo e incoraggiamento".

slide 1