Fedon, esodo volontario per 29 dipendenti

Raggiunto l'accordo con i sindacati per la ristruttutazione dell'azienda. Ridotto il numero degli esuberi; incentivi da 20 mila euro per chi esce

BELLUNO - Avverranno solo su base volontaria, in numero non superiore a 29 unità e con incentivi all'esodo dai 20 mila euro in su, le uscite dalla pianta organica di Fedon, azienda degli articoli in pelletteria e astucci per occhiali di Pieve d'Alpago, impegnata in un percorso di ristrutturazione.

Gli esuberi sono stati ridefiniti, dai 35 iniziali su un totale di 185 dipendenti, grazie a una trattativa sindacale con Femca Cisl e Filctem Cgil.

Fra gli impegni assunti vi sono anche la possibilità di cercare una ricollocazione attraverso un'agenzia esterna individuata da Fedon e di diminuire ulteriormente il numero di esuberi con una riorganizzazione del lavoro che incentivi l'utilizzo volontario del part-time