In evidenza
Sezioni
Quotidiani GNN

Accordo Crédit Agricole-Banco Bpm sul credito al consumo

L'intesa ha portato ProFamily nell’orbita di Agos Ducato. Possibile la quotazione della società

1 minuto di lettura

MILANO - L’accordo raggiunto fra Credit Agricole e Banco Bpm sul credito al consumo, che ha portato ProFamily nell’orbita di Agos Ducato, è «favorevole per tutti».

A dirlo Dominique Pasquier, ad di Agos Ducato, a margine di un evento di Credit Agricole, che controlla il 61% del gruppo, mentre il 39% è in mano alla banca guidata da Giuseppe Castagna.

«Sono molto contento e soddisfatto per un rafforzamento del legame con terza banca italiana, che è il riconoscimento del lavoro che da 10 anni facciamo col Banco», ha detto.

«Quando si lavora a questo genere di operazioni - ha aggiunto - la difficoltà è sempre bilanciare le cose, ma oggi abbiamo raggiunto un’intesa positiva per tutti».

Da parte di Banco Bpm e Credit Agricole c’è poi «l’impegni a portare funding a lungo termine», ha continuato Pasquier prima di soffermarsi sulle ipotesi di una quotazione di Agos Ducato.

«I soci vogliono fare una valutazione, sarà presa nel corso dei lavori», ha detto, sottolineando che in caso di quotazione la sfida sarà «dare risorse ai soci, che hanno bisogno di liquidità, e sviluppare la società».

In ogni caso, ha concluso, la decisione «dipende dai soci» ma «ora c’è il quadro», per un eventuale ipo, che avrrebbe a Milano.

I commenti dei lettori