Ieg, la Spa delle Fiere di Rimini e Vicenza, non va in Borsa

Italian Exhibition Group ha annullato la quotazione causa la sfavorevole situazione del mercato azionario, domestico e internazionale

VICENZA - Italian Exhibition Group, la società nata dalla fusione delle Fiere di Rimini e Vicenza, annulla la quotazione in Borsa.

Dopo che nei giorni scorsi era arrivato il via libera di Borsa Italiana e l'approvazione della Consob, la società ha deciso di ritirare il collocamento delle azioni finalizzato alla quotazione.

La decisione presa, in accordo con gli azionisti venditori, Rimini Congressi e Salini Impregilo, è stata assunta «a causa della sfavorevole situazione del mercato azionario, domestico e internazionale, che non permette al momento di apprezzare compiutamente il valore di Ieg».

La società precisa che i suoi fondamentali «rimangono solidi e continuerà il suo percorso di sviluppo valutando altre possibili leve strategiche coerenti con il suo andamento di crescita continua. Il piano industriale non subirà rallentamenti e modifiche».

La quotazione in Borsa è sospesa, ma resta «uno degli obiettivi futuri della Società».