Tessitura Monti. sindacati preoccupati per i 260 posti di lavoro

Infruttuoso, secondo i rappresentanti dei lavoratori, l'incontro in Regione. Inviato un sollecito per la definizione di un nuovo piano industriale

TREVISO - I delegati sindacali che hanno partecipato oggi all'incontro in Regione Veneto con la proprietà di Tessitura Monti, di Maserada, hanno espresso in una nota congiunta delusione per l'esito rilevando che il vertice odierno «non ha offerto certezze sul futuro dell'azienda e dei suoi 260 dipendenti. Il piano industriale - si legge ancora - è ancora in fase di elaborazione e ci sarà presentato nel mese di luglio. Ad oggi rimane il malumore, incertezze sul destino dell'azienda e la difficoltà dei lavoratori che attendono due mensilità di stipendio e la tredicesima».

Per i sindacati sarebbe importante, in questa fase, «fare delle attente valutazioni sull'opportunità per l'azienda di trovare degli investitori adeguati».