Report Tecnocasa, il valore degli immobili a Jesolo è sceso del 5 per cento

Nella seconda parte del 2019 le quotazioni delle località marine del Veneto si sono ribassate dell’1,7 per cento. Stabili i valori di Caorle e Chioggia, male la "capitale" della movida sul litorale

VENEZIA. Nella seconda parte del 2019 le quotazioni delle località marine del Veneto si sono ribassate dell’1,7%: stabili i valori di Caorle e Chioggia, in ribasso del 4,7% quelle di Jesolo.

“A Caorle la maggioranza degli acquirenti sono italiani, prevalentemente veneti e lombardi, alla ricerca di
bilocali e trilocali vicini al mare con un budget di spesa che va dai 120 a 200 mila €. C’è una minoranza si cechi e tedeschi che cercano trilocali fino a 150 mila €" dichiara in una nota dell'Ufficio studi del Centro tecnocasa, Ferdinando Nuvoletta, un affiliato.

"Gli acquirenti stranieri con budget inferiore a 100 mila € scelgono zone più periferiche come La Salute di Livenza (San Stino di Livenza) o Torre di Fine (Eraclea). Il centro storico è una delle zone più ambite oltre che la più costosa. Si sviluppa intorno al Duomo, dove c’è anche l’area pedonale, ed offre immobili d’epoca e tipiche abitazioni colorate. Una soluzione ristrutturata tocca punte di 5000 € al mq. Piace anche il lungomare Levante (prezzi medi di un buon usato 3000 € al mq con punte di 4000 € al mq in prossimità del centro storico).

Chi desiderasse una soluzione indipendente potrebbe prendere in considerazione l’area di Ponente con prezzi simili a quelli di Levante. A Ponente piace la zona intorno alla Darsena apprezzata da chi cerca la casa ed il posto barca. Da segnalare la nascita di nuove costruzioni nella zona di San Giorgio, Fonte di Livenza e a Caorle stessa.

A Caorle da alcuni anni vanno avanti lavori di riqualificazione e recupero di vecchi alberghi. Alcuni sono stati ultimati e altri sono ancora in corso.  I cantieri sono ubicati a Caorle centro, nella zona di Ponente, nelle zone di Sansonessa e di Altanea. Quest’ultima zona si è rivalutata negli ultimi anni, con la nascita di un consorzio “Duna Azzurra” con parco, lago artificiale e pista ciclabile. Presenti numerose attività commerciali. I prezzi oscillano da 2200 a 2400 € al mq. È apprezzata da turisti austriaci, tedeschi, polacchi, cechi ed italiani”.

“A Jesolo la maggioranza degli acquirenti arriva dalla regione, Treviso e Venezia in particolare. Aumentano le richieste da parte dei clienti lombardi e del Trentino Alto Adige. Tra le caratteristiche ricercate ci sono la vicinanza al mare (entro 200-300 metri), la presenza di due camere da letto e del posto auto con budget medi che vanno da 170 a 230 mila €. Da segnalare, negli ultimi due anni, l’aumento della domanda ad uso investimento indirizzata su piccoli tagli da mettere a reddito e su cui investire 150-160 mila €. – afferma, Andrea Bertin, Affiliato Tecnocasa -

"Tra piazza Manzoni e piazza Mazzini il nuovo raggiunge top prices di 5000-6000 € al mq.  Via Bafile, strada principale del centro di Jesolo e più distante dal mare, registra quotazioni medie di 2600-2800 € al mq. In generale, tra la prima e la seconda fascia si registrano quotazioni di 3000 € al mq, tra la seconda e la terza fascia siamo intorno a 2700-2800 € al mq.  Buon interesse anche per la Pineta, zona situata nell’estremo est del litorale di Jesolo.

"È un’area tranquilla e verde sottoposta ad interventi urbanistici che l’hanno abbellita. In aumento gli interventi sulla fascia mare, ad essere interessati sono vecchi immobili che vengono abbattuti e ricostruiti con aumenti di volumetria. Hanno due camere da letto e posto auto. Un altro importante sviluppo è in corso tra piazza Torino e piazza Nember: piccoli contesti con piscina. Sono comunque numerosi (1200) i progetti presentati alla scadenza del piano ter e finalizzati all’ampliamento del piano casa. Diversi interventi sono stati realizzati per il restyling della città. In crescita le richieste nelle zone di piazza Milano, Pineta e Faro dove stono stati realizzati interventi di riqualificazione nei pressi della spiaggia”.