Top 100, ecco come è stata costruita la classifica delle migliori aziende a Nordest

La nota metodologica di Fondazione Nord Est sui parametri presi in considerazione e un glossario per saperne di più, dall'Ebitda alla PFN sino agli oneri finanziari sui ricavi

L’obiettivo di TOP100 è fornire una rappresentazione sintetica, ma quanto più realistica, di una parte importante del tessuto produttivo del Nord Est. Seguendo questo obiettivo sono state prese le decisioni di carattere metodologico che hanno guidato la compilazione della lista delle prime 100 imprese per valore dei ricavi con sede legale o operativa in Friuli-Venezia Giulia, Veneto e Trentino-Alto Adige.

Decisioni che riguardano, in primo luogo, la scelta dei bilanci da inserire. Nella classifica compaiono anche i bilanci consolidati, quelli dei gruppi. Pur sapendo che nel bilancio consolidato di un gruppo che ha sede nel Nord Est possono essere presenti bilanci di imprese localizzate in altre regioni o in altri paesi, escludere dalla classifica i gruppi avrebbe significato non rappresentare l’interessante articolazione (anche territoriale) che alcune aziende nordestine hanno assunto nel tempo.  

Per evitare duplicazioni sono state escluse, nei limiti delle informazioni disponibili, le aziende partecipate da altre imprese già presenti nella classifica. Inoltre, per aumentare la significatività delle informazioni riportate, ove possibile non sono state considerate le holding finanziarie ma solamente le società operative.

Non sono state inoltre considerate le imprese operanti nel settore dei servizi finanziari e delle assicurazioni. Sono stati considerati come bilanci 2019 tutti quelli chiusi entro il 31 marzo 2020. 

I bilanci delle imprese che rientrano nell'ambito di applicazione degli standard IAS/IFRS devono essere ricondotti ai modelli di riclassificazione che rispondono alle disposizioni del Codice civile. I criteri di riclassificazione possono differire a seconda della banca dati utilizzata generando, in alcuni casi, differenze nei valori di bilancio rispetto a quelli riportati nell’edizione dello scorso anno e nelle classifiche TOP 500 provinciali. Va ricordato che la composizione di alcuni indicatori (per esempio Ebitda) non è regolamentata dai principi contabili di riferimento.

Nell’elaborazione della classifica TOP 100 si è cercato di uniformare, quando possibile, i criteri utilizzati nella redazione delle classifiche TOP 500 provinciali. Eventuali differenze tra gli indici pubblicati nelle diverse classifiche sono quindi dovute a differenze nelle metodologie di calcolo. Infine, va ricordato che TOP 100 è una fotografia scattata con i bilanci delle imprese attive che erano presenti nella banca dati Aida BvD al 15 ottobre 2020.  La situazione oggi, rispetto alla fotografia scattata da TOP100, potrebbe essere quindi un po' diversa, con alcune imprese che entrano in classifica e altre che escono.

***

Glossario

RICAVI DELLE VENDITE:

è il valore complessivo delle vendite nell’anno di riferimento

EBITDA:

o margine operativo lordo (Mol), è la differenza tra i ricavi e i costi legati all’acquisto di beni e servizi e al costo del lavoro

EBITDA/VENDITE:

è il rapporto fra Ebitda e ricavi, esprime il reddito operativo generato dalla gestione caratteristica dell’azienda come percentuale sui ricavi

RISULTATO OPERATIVO:

coincide con l’Ebit, si ottiene detraendo dal margine operativo lordo gli ammortamenti e gli accantonamenti

UTILE/PERDITA:

l’ultima riga del conto economico rappresenta l’incremento (il decremento) di ricchezza generato dalla gestione

PROVENTI E ONERI FINANZIARI:

è l’ammontare degli interessi passivi corrisposti in un determinato periodo

ONERI FINANZIARI SU RICAVI:

è il rapporto tra il valore degli oneri finanziari e il volume dei ricavi

PFN – POSIZIONE FINANZIARIA NETTA

è data dalla differenza tra i debiti finanziari e il totale delle disponibilità liquide

PATRIMONIO NETTO:

(Mezzi propri) sono l’insieme delle risorse che fanno riferimento ai soci

ROS:

(Return on Sales) rapporto tra Ebit e fatturato

ROE:

(Return on Equity) rapporto tra Utile/Perdita e Patrimonio netto

ROA

(Return on Assets) è il rapporto tra il risultato operativo e totale attività

*Fondazione Nord Est