Tra digitalizzazione e reti di conoscenze l’edilizia immagina il proprio futuro 4.0

Ance, via al Laboratorio per l’innovazione ospitato in Area a Trieste. Giovedì il webinar: tra gli ospiti Fuksas, Giovannini e Molinari QUI IL LINK PER ISCRIVERSI

TRIESTE Favorire la digitalizzazione nel mondo dell’edilizia partendo dalle pratiche analoghe che l’Area di Ricerca sta sperimentando. È questo l’intento dell’evento che si terrà giovedì a “Licof” (Laboratorio dell’Immaginazione delle Costruzioni Future), progetto di condivisione della conoscenza dell’Associazione costruttori edili Ance Fvg e ospitato in Area Science Park. Licof, che nasce nell’ambito del programma Cantiere 4.0 di Ip4Fvg, il digital innovation hub del Friuli Venezia Giulia, punta ad aiutare l’intera filiera delle costruzioni immaginando il futuro e dunque i possibili scenari dell’edilizia nella quarta rivoluzione industriale - competenze, nuove tecnologie e modelli organizzativi - ma partendo dall’analisi delle esigenze del presente. Imprenditori, esperti del settore e innovatori si confronteranno giovedì, dalle 14.15, sulla necessità di innescare un cambiamento culturale radicato nella condivisione di intelligenze collettive e connettive.

Nel webinar si tratterà di tempo, sostenibilità, immaginazione, futuro e costruzione. Dopo il primo capitolo “Dalle best practices alle next practices” (dalle pratiche migliori alle pratiche del futuro) cui parteciperanno il direttore generale di Area Stefano Casaleggi e Piero Petrucco, vicepresidente della Federazione europea industria delle costruzioni, alle 14.30 il dialogo su “L’(in)sostenibilità al tempo della pandemia” sarà fra il direttore de La Repubblica Maurizio Molinari, l’economista (e portavoce dell’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile Asvis) Enrico Giovannini, che proporrà dati economici sul settore costruzioni, e l’architetto di fama internazionale Massimiliano Fuksas, che si occuperà di funzioni e ruoli dei singoli attori che fanno riferimento al mondo della costruzione. Infine, alle 15.30, “Le filiere allargate e il cambiamento condiviso” con Claudio Semini dell’Iit, Giusy Mainardi di PriceWaterhouse&Coopers e Francesco Mazza di Moog. «Licof è parte di un’attività di digital action hub - spiega Casaleggi - il cui obiettivo riguarda proprio l’introduzione della digitalizzazione nei cantieri. Giovedì cercheremo di avere degli elementi in più per “predire il futuro” del settore costruzioni, in cui - prosegue Casaleggi - la criticità sta nel fatto che oggi, nella fase di costruzione di un edificio, ogni attore che vi lavora all’interno opera come entità a sé stante.

Noi come Area racconteremo le “best pratices” che Area sta sperimentando sia con Ip4fvg sia grazie alla trasformazione digitale del proprio patrimonio immobiliare. Da qui, con gli interventi degli ospiti, proveremo a immaginare gli scenari futuri per il settore». Grazie alle nuove tecnologie messe in campo, insomma, il settore edilizio del futuro potrà effettuare delle simulazioni online attraverso le quali far interagire i vari ingranaggi della filiera. «L’edificio del futuro sarà costruito come ora viene pensata una macchina - spiega Fabio Millevoi, direttore di Ance Fvg - che nasce da una piattaforma tecnologica 3d prima di vedere la luce fisicamente. Da un lato pertanto dobbiamo convincere a digitalizzare ciò che è già in piedi e funziona, per poi ripensare in modo digitale e interconnesso i modelli di costruzione del futuro».

Licof è il primo laboratorio di questo tipo realizzato in Italia, completamente dedicato alle costruzioni. Area Science Park ha già sperimentato recentemente, grazie all’uso del Bim (Building Information Modeling), l’interdisciplinarietà metodologica nell’approccio al progetto per la realizzazione di un’opera, utilizzando la digitalizzazione dei processi, nella riqualificazione di due edifici, uno nel campus di Padriciano, un altro in quello di Basovizza. Un percorso in due fasi: una prima consistente nell’analisi e valutazione complessiva degli effettivi bisogni, per poi passare all’elaborazione di un piano per definire e ottimizzare gli investimenti necessari alla conversione digitale. Al webinar, aperto a tutti, si potrà partecipare tramite la piattaforma zoom (indirizzo https://www.ip4fvg.it/eventi/licof/). — 

© RIPRODUZIONE RISERVATA