Banca Ifis, accordo con Veneto sviluppo per il credito alle Pmi

Veneto Sviluppo fornirà una quota di provvista pubblica a tasso zero alimentata dal Fondo di rotazione «Anticrisi attività produttive» istituito dalla Regione 

VICENZA. Banca Ifis ha rinnovato una convenzione con la finanziaria regionale 
 
Veneto Sviluppo per nuove soluzioni di credito a favore delle Piccole e Medie imprese della regione coinvolte nella crisi economica conseguente all'emergenza Covid-19. Banca Ifis e Veneto Sviluppo potranno concedere co-finanziamenti fino a 500 mila euro per finalità d'investimento, e fino a 250 mila per supporto alla liquidità. Nell'ambito del finanziamento erogato da Banca Ifis, 
 
Veneto Sviluppo fornirà una quota di provvista pubblica a tasso zero alimentata dal Fondo di rotazione «Anticrisi attività produttive» istituito dalla Regione 
 
Veneto. Si amplia così il ventaglio di attività messe in campo dall'istituto bancario a supporto delle imprese dall'inizio della pandemia e dal primo lockdown, tra cui l'adesione piena ai decreti ministeriali Cura Italia e Liquidità, linee di credito agevolate create per le aziende che hanno convertito o potenziato parte delle loro linee di lavorazione per produrre materiale tecnico e sanitario legato all'emergenza; concessione di liquidità alle farmacie in caso di chiusura per Covid-19 e soluzioni di leasing e noleggio per agevolare la ripartenza delle aziende.