Confindustria Verona, è Raffaele Boscaini il presidente designato

Decisione all’unanimità da parte del Consiglio generale della territoriale scaligera, l’elezione arriverà nell’assemblea di giugno

VERONA. Il Consiglio Generale di Confindustria Verona martedì sera ha designato all’unanimità Raffaele Boscaini alla presidenza di Confindustria Verona per il quadriennio 2021-2025. La commissione di designazione, composta dai past president Andrea Bolla, Giulio Pedrollo e Gian Luca Rana, durante la propria relazione sui colloqui con gli associati ha presentato la candidatura di Raffaele Boscaini che ha raccolto attorno a sé un ampio consenso. Spetterà sempre al Consiglio Generale il prossimo 25 maggio esprimersi sul programma e sulla squadra che il designato presenterà.  Sarà poi l’Assemblea di giugno ad eleggere il Presidente per il quadriennio 2021-2025.

“Poter contare sulla fiducia di tanti colleghi mi emoziona molto, sono veramente molto grato a tutti coloro che mi hanno dimostrato il proprio appoggio e sostegno. Come ho avuto modo di condividere con i tanti protagonisti dell’imprenditoria veronese ho offerto la mia disponibilità con spirito di servizio e al tempo stesso entusiasmo, lo stesso spirito ed entusiasmo con cui accolgo la designazione di oggi - ha dichiarato Raffaele Boscaini - Le difficili condizioni che abbiamo vissuto nei mesi passati e che verosimilmente caratterizzeranno ancora quelli futuri indicano chiaramente la necessità di mantenere un atteggiamento di equilibrio e di estremo rigore nelle scelte. Credo si tratti di caratteristiche comuni e condivise dalla gran parte delle aziende unite in Confindustria Verona e che ho potuto constatare in svariate occasioni n egli ultimi anni. La forte coesione di questa associazione rappresenterà il più importante asset a mia disposizione per il mandato che mi appresto a ricevere senza dimenticare la grande professionalità della struttura su cui potrò contare”.

Raffaele Boscaini, ha perfezionato la sua formazione specifica presso il prestigioso Istituto "Wine and Spirit Educational Trust" in Gran Bretagna. Prima di entrare nell’Azienda di famiglia, ha maturato numerose esperienze lavorative all’estero, tra cui le più importanti presso l’importatore inglese Berkmann's Wine Cellars e presso la Oddbins, nota catena britannica di rivendita di bevande alcoliche.

Dopo un percorso all’interno di Masi, che lo ha visto ricoprire ruoli tecnici ed amministrativi di crescente responsabilità, Raffaele è oggi membro del Consiglio di Amministrazione e segue in particolare gli aspetti legati al marketing. Da anni è Coordinatore generale del Gruppo Tecnico, un team di esperti in varie discipline, dall’enologia, all’agronomia, al marketing, a cui si devono i progressi tecnici e l’alta qualità dei vini dell’azienda. È brand ambassador nel mondo, in particolare nei mercati del Nord e Sud America e dell’Europa. Dal 2003, è membro della giuria del prestigioso International Wine Challenge di Londra. È Consigliere del Comitato per la salvaguardia dell’imparzialità di Triveneta Certificazioni (Società italiana per la qualità e la rintracciabilità degli alimenti), fa parte inoltre dal 2016 del Consilium del Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e dal 2019 del Comitato scientifico del Master in “Cultura del Cibo e del Vino – Promuovere le eccellenze del Made in Italy” della medesima Università.

Nel Sistema Confindustria è Vice Presidente di Confindustria Verona con delega all’Internazionalizzazione per il quadriennio 2017-2021 ed ha seguito anche il tema delle reti. È inoltre Consigliere Delegato alle Politiche dell’Agroindustria di Confindustria Veneto.