Veronafiere riapre dopo 16 mesi, a giugno torna Motor Bike Expo

Era stato l’ultimo evento in presenza a gennaio 2020, poi lo stop per Covid. Tetto di 15 mila partecipanti. Danese: «In Italia il settore riparte da Verona»

VERONA. Era stata l’ultima fiera svolta (gennaio 2020) e a giugno sarà “la prima”. Motor Bike Expo, in programma a Veronafiere, è infatti il primo salone internazionale a riaprire in Italia, dopo oltre un anno di stop imposto dall’emergenza sanitaria. La manifestazione di riferimento per il mondo delle moto custom dà appuntamento da venerdì 18 a domenica 20 giugno. Presenti le più blasonate case motociclistiche, i produttori di accessori, ricambistica e di abbigliamento, i tour operator specializzati in vacanze on the road.

Edizione speciale

«Sarà in una formula speciale, sfruttando al massimo le zone esterne della fiera – dichiara Paola Somma, fondatrice e organizzatrice della manifestazione con Francesco Agnoletto – Abbiamo allargato gli spazi tra gli stand. Sono certa che le moto invaderanno Verona durante i giorni di apertura».

Paola Somma

La sicurezza

L’edizione 2021 ha il supporto della Federazione motociclistica italiana, dei moto club da tutte le regioni e di Federmoto che ha organizzato diverse iniziative in fiera, rigorosamente da vivere in sella. Sarà una edizione “ridotta”, la massima capienza consentita con le nuove norme sarà di circa 15 mila visitatori in contemporanea, nelle altre edizioni i numeri erano più del doppio. Veronafiere si è dotata di un protocollo safebusiness, validato dalle autorità sanitarie. La capienza del quartiere espositivo garantisce il distanziamento sociale, la bigliettazione è soltanto elettronica, mascherine obbligatorie, termoscanner all’ingresso, un sistema di sorveglianza con un algoritmo anti-assembramenti e steward pronti a intervenire. Senza contare la continua sanificazione degli ambienti e degli impianti di climatizzazione nei padiglioni.

Dentro in sella

«Il mondo delle fiere riapre e lo fa da Verona con Motor Bike Expo – commenta Maurizio Danese, presidente di Veronafiere – Per oltre un anno siamo stati costretti a fermarci, ma abbiamo tenuto i motori sempre accesi, consapevoli del valore delle manifestazioni per la promozione delle filiere industriali rappresentate».

Maurizio Danese

Per la prima volta i biker possono entrare in fiera con le proprie moto, grazie a un nuovo parcheggio dedicato e dotato di tutti i servizi. Molte le attività all’aperto: dai demo-ride dove provare su strada le ultime novità in fatto di due ruote, fino alla scuola di guida sicura. Poi l’appuntamento per gli appassionati delle due ruote sarà a gennaio 2022, con l’edizione “classica”. E non è escluso che nei prossimi anni l’edizione estiva venga riproposta.