Federmeccanica, Visentin rafforza la rappresentanza del Nordest con Fincantieri ed Electrolux

Federico Visentin

L’assemblea generale ha ufficialmente eletto Federico Visentin, presidente della Mevis, alla presidenza della Federazione. Nella squadra dei vice Carlo Cremona, di Fincantieri, e nell’advisor board Manuela Soffientini, presidente di Electrolux.

PADOVA. Via libera dall’assemblea della federazione all’elezione di Federico Visentin a presidente di Federmeccanica per il quadriennio 2021-2025. 

L’assemblea ha inoltre eletto sette vicepresidenti con deleghe operative per il biennio 2021-2023. Si trata di 

Diego Andreis (Fluid-o-Tech, Corsico, Milano) - Cultura d’Impresa e Comunicazione; Fabio Astori (Luxor spa, Montichiari) - Relazioni Interne; Carlo Cremona (Fincantieri, Trieste) - Sicurezza sul Lavoro; 

Simonetta Iarlori (Leonardo, Roma ) - Relazioni Istituzionali in Europa; Corrado La Forgia (Bosch Vhit, Offanengo, Cremona) - Transizione Tecnologica ed Ecologica; Stefano Serra (Teseo spa, Fermo) - Istruzione e Formazione; Fabio Tarozzi (Siti-B&T Group, Formigine, Modena) - Rapporti con i Territori.

L’Advisory Board di Federmeccanica sarà composto, per il momento, dagli Ambassador: Alberto Bombassei (fondatore e presidente di Brembo Spa), Manuela Soffientini (presidente Electrolux spa), Andrea Pontremoli (ad e direttore generale Dallara Automobili Spa) e Daniela Vinci (ad di Masmec Spa).

Manuela Soffientini

«Desidero ancora una volta ringraziare gli associati per la fiducia che hanno riposto in me e nella squadra – ha dichiarato Federico Visentin –. Iniziamo a scrivere un nuovo capitolo della storia di Federmeccanica. Lo faremo con entusiasmo e determinazione nella consapevolezza che ci attendono sfide difficili in un momento storico molto particolare. Sono però convinto che insieme riusciremo ad affrontare e superare anche le situazioni più complesse. Già oggi abbiamo avuto modo di confrontarci in assemblea su tematiche di grande attualità e si è tenuto un primo incontro di lavoro con la squadra di presidenza e l’Advisory Board. È necessario fin da subito concentrarci sulle questioni più urgenti. Penso alle difficoltà di approvvigionamento e ai costi delle materie prime. È giusto denunciare questo grandissimo problema, ma occorre trovare soluzioni e farlo presto».

Inoltre «la creazione delle competenze che servono alle imprese deve essere una priorità – ancora Visentin – e si deve agire subito senza aspettare che altre indagini evidenzino questa grave criticità. Ci sono ora opportunità che vanno colte, come l’utilizzo delle risorse previste dal Pnrr per la riforma degli Its. Sono solo degli esempi di azioni che vanno intraprese per rendere le imprese e quindi il Paese più competitivi. Noi come sempre faremo la nostra parte, in modo propositivo e costruttivo. Infine, rivolgo un grande ringraziamento ad Alberto Dal Poz per quello che ha fatto in questi anni complicatissimi e per la grande passione che ha mostrato in ogni giorno del suo mandato».