Artigiani a Nordest, boom dell’e-commerce: vendite 2021 in crescita al ritmo del 28%

La pandemia ha costretto i “piccoli” ad adeguarsi. Confartigianato: li accompagniamo in una trasformazione necessaria

PADOVA. A mettere il turbo all’utilizzo dell’e-commerce è stato il lockdown dello scorso anno. Non solo i big del settore hanno sfruttano l’opportunità: anche gli artigiani hanno aperto vetrine virtuali per vendere prodotti.

A Nordest fioccano le iniziative per accompagnare i piccoli a utilizzare al meglio le potenzialità del web. Negli ultimi 18 mesi sono raddoppiate le aziende artigiane italiane che fanno vendite di e-commerce tramite il proprio sito web. Un vero e proprio boom: le vendite online nei primi cinque mesi del 2021 sono cresciute del 27,8% su base annua e superano del 60, 9% il livello registrato nello stesso periodo del 2019. L’Italia, tra i paesi dell’Unione europea, ha la più alta quota di micro, piccole e medie imprese che nel 2020 ha aumentato il proprio livello di digitalizzazione. «Il supporto alla digital transformation delle micro e piccole aziende italiane (mpi, ndr) – spiega Roberto Boschetto, presidente di Confartigianato Imprese Veneto – ci vede protagonisti dell’“ultimo miglio” con le sette associazioni provinciali che svolgono attività specifiche di informazione, formazione e consulenza sulle tematiche del digitale rivolte alle imprese associate».

Roberto Boschetto

Nei Servizi digitali in Veneto sono attive 7.997 aziende micro e piccole, che contano 23.064 addetti. L’occupazione delle mpi dei servizi digitali è salita del +15,8%. Il Veneto si posiziona all’ottavo posto per il maggiore peso degli addetti nelle aziende artigane dei servizi digitali sull’economia con l’1,33%, Trento è a 1,66% e il Friuli-Venezia Giulia a 1,40%. A Vicenza le imprese artigiane seguite dal Digital innovation hub di Confartigianato hanno raddoppiato le vendite. La recente collaborazione con Alibaba, stretta nei primi mesi del 2020, ha portato un aumento delle richieste provenienti da buyer e aziende europee.

In Friuli Venezia Giulia è attiva la piattaforma “Compro in Bottega”, realizzato da Confartigianato e Cna regionale con la Regione, che unisce i diversi e-commerce delle aziende. Le imprese che vi aderiscono, oltre 80, operano in diversi settori. «Gli artigiani si sono resi conto dell’importanza dell’e-commerce per lavorare durante la pandemia: c’è chi ha realizzato il proprio, chi utilizza piattaforme – commenta Eva Seminara, capogruppo Vetro, Musica e arti varie di Confartigianato Fvg – C’era il desiderio degli artigiani di incrementare la propria conoscenza sul digitale: abbiamo fatto corsi dedicati».

Tra le aziende artigiane che hanno aderito a “Compro in Bottega” c’è l’attività di Adelia Di Fant (agroalimentare): «Abbiamo il nostro sito e-commerce da una decina di anni, cresciuto durante la pandemia – spiega l’artigiana del cioccolato e distillati – l’iniziativa “Compro in bottega” ci aiuta in particolare come vetrina per il settore del B2b».