Arriva in Europa Barbie Samantha Cristoforetti, in occasione della Settimana mondiale dello spazio

Dal 4 al 10 ottobre Barbie collaborerà con l'Esa e AstroSam per celebrare “Donne nello Spazio” e ispirare le bambine di tutto il mondo a considerare il campo delle scienze come una valida opzione di carriera

TRENTO. E' da oggi disponibile in vendita in tutta Europa, in occasione della 'Settimana mondiale dello spazio', la Barbie che somiglia a Samantha Cristoforetti, l'astronauta dell'Agenzia spaziale europea (Esa).

Dal 4 al 10 ottobre Barbie collaborerà con l'Esa e AstroSam per celebrare “Donne nello Spazio” e ispirare le bambine di tutto il mondo a considerare il campo delle scienze come una valida opzione di carriera.

Parte dei proventi delle vendite della bambola Barbie Samantha Cristoforetti, precedentemente realizzata come Barbie in edizione unica, sarà donata a Women In Aerospace per ispirare la prossima generazione attraverso una borsa di studio Barbie per un dottorato di una studentessa.

Inoltre, la bambola creata a somiglianza di AstroSam, ha già viaggiato su un volo a gravità zero dalla base dell'Esa in Germania, riproducendo la preparazione e l'esperienza di un vero astronauta, e volerà nello spazio con Cristoforetti nella sua prossima missione.

"A volte le piccole cose possono piantare i semi di grandi sogni, chi lo sa? Forse il divertimento, le immagini della mia bambola che fluttua nell'assenza di gravità, stimoleranno l'immaginazione delle bambine e le porteranno a considerare una carriera nel mondo scientifico", commenta Cristoforetti.

È inoltre disponibile da oggi materiale educativo per mettere in luce diverse carriere nel campo spaziale e per insegnare ai bambini in età scolare sempre di più sullo spazio, incluso ciò che accade su un volo a gravità zero.

La partnership Barbie/ESA è stata ideata dopo che una ricerca nel Regno Unito, condotta nel 2019, ha mostrato che 4 genitori su 10 ritenevano di non dover stimolare le loro figlie ad intraprendere questo tipo di carriera, a causa della loro stessa mancanza di conoscenze in questo settore. Più del 30% non credeva che ci fossero abbastanza modelli di ruolo positivi nello spazio e nei campi relativi alle discipline scientifiche.

Crostoforetti è nata Milano nel 1977[4], ma è originaria di Malé (Trento), dove è cresciuta. Nel 1994 decide di approfondire il proprio percorso scolastico trasferendosi negli Stati Uniti d'America dove, grazie al programma Intercultura, frequenta per un anno la Saint Paul Central High School di Saint Paul, Minnesota. Ha compiuto gli studi superiori dapprima a Bolzano e poi a Trento, conseguendo anche la laurea magistrale in ingegneria meccanica all'Università tecnica di Monaco di Baviera, in Germania nel 2001.[9]

Nel 2001 inizia la sua carriera come pilota dell'Accademia Aeronautica fino al grado di Capitano.