Dal Natale 2 milioni di indotto per i comuni veronesi del lago di Garda

Un ricco cartellone di eventi, in programma dal 27 novembre al 6 gennaio, è stato messo a punto dai Comuni di Lazise, Bardolino e Garda che ora attendono il 2022 per salutare il ritorno in attività, dopo 10 anni di stop, della funivia Prada Costabella sul Monte Baldo

GARDA. Il Lago di Garda si prepara ad una collezione di eventi autunno inverno in grado di rendere viva l’offerta turistica anche in mesi tradizionalmente vuoti, dal punto di vista delle presenze nazionali ed estere.

Per la prima volta i Comuni della sponda veronese si uniscono per manifestazione dei “mercatini di Natale”, che saranno anche simbolicamente uniti dalla prima corsa podistica non competitiva “Babbo Lake” (www.babbolake.run), che si terrà domenica 5 dicembre alle ore 10.

Lazise, Bardolino e Garda saranno legati tra loro non solo dalla corsa ma anche da un’offerta comune, che va dalla grande pista di pattinaggio (600 metri quadri) di Lazise alla ruota panoramica alta 30 metri ed alla cascata di luci (alta 6 metri) di Bardolino, fino al “Natale tra gli olivi” del comune di Garda.

Dal 27 novembre al 6 gennaio i turisti avranno quindi di che divertirsi e troveranno anche un’offerta alberghiera adeguata, tanto che saranno circa 2500 i posti letto a disposizione. Si calcola un indotto aggiuntivo per i comuni del lago di oltre due milioni di euro.

Nel periodo, nei festivi, anche Gardaland rimarrà aperto e non mancherà di offrire svago a tutte le famiglie. Ma le sorprese non sono finite. È già prenotabile (www.navigazionelaghi.it) la crociera di Capodanno, con cenone e balli su una motonave da duecento posti (contingentati secondo le regole Covid), che partirà da Desenzano e nella notte navigherà lungo il basso lago. Per San Valentino, infine, si uniscono eccezionalmente oltre ai comuni della sponda veronese anche alcuni centri del versante bresciano e trentino. La proposta è “Lago di Garda in love”, in grado di richiamare schiere di innamorati con offerte mirate, tra cui una crociera romantica tra le due sponde e la “winter edition” del Chiaretto di Bardolino, un rosé in grande crescita, che rappresenterà l’Italia in una competizione internazionale nei prossimi giorni.

Infine, una grande novità per gli appassionati di trekking e di mountain bike. Fervono i lavori che presto porteranno, nel 2022, alla riapertura della funivia Prada Costabella sul Monte Baldo. Questa funivia, che è rimasta chiusa per circa dieci anni, grazie ad un investimento da quattro milioni di euro effettuato dalla Azienda trasporti funicolari Malcesine-Montebaldo (Atf), che ha ottenuto una concessione trentennale, tornerà a portare in quota gli appassionati. Con questa novità il Monte Baldo, una meravigliosa terrazza naturale affacciata sul lago, offrirà a tutti la possibilità di percorrere i suoi sentieri, arrivare ai rifugi, fino ad affrontare la traversata di cresta, da sud a nord o viceversa, utilizzando le due funivie.

Da Malcesine si può salire con la funivia in pochi minuti fino a quasi 1800 metri di quota, con le sue cabine rotanti capaci di suscitare notevoli emozioni. Da Prada, l’originaria cestovia biposto Prada-Ortigaretta della lunghezza di 2 km sarà sostituita con una nuova, mentre la seggiovia monoposto Ortigaretta-Costabella lascerà il posto a una nuova seggiovia biposto che percorrerà il tratto lungo 955 m fino al Rifugio Fiori del Baldo (1.850 m).Il turismo dell’entroterra del lago e della montagna non è una novità assoluta, ma in tempo di Covid è cresciuto molto, anche per la volontà da parte di diverse persone di andare alla ricerca di mete meno battute e affollate. «E’ come se i turisti – spiega Ivan De Beni, Presidente di Federalberghi Garda Veneto – a un certo punto si fossero girati, spalle al lago, e avessero cominciato a considerare appieno la bellezza anche delle colline e delle montagne che ci circondano. Ben vengano quindi tutte le iniziative che consentono di godere del clima e

della bellezza del Garda in tutte le stagioni». 

nordesteconomia@gedinewsnetwork.it