Export in corsa a Nordest: Veneto e Fvg realizzano 24,3 miliardi nel primo trimestre

Insieme le due regioni fanno un balzo del +25,3%. Meccanica, mobili, navi, moda trainano la crescita

Nei primi tre mesi del 2022 il Veneto ha esportato merci per 19,21 miliardi di euro contro i 16,03 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno e dei 15,26 miliardi del 1° trimestre 2019. La variazione è dunque del +19,8% sul ‘21 e del +25,9% sul ’19.

Nella classifica per province Vicenza è in vetta con 5,6 miliardi di export, +21,67% sullo stesso trimestre dello scorso anno, segue Treviso con 3,9 miliardi, +18,4%, Verona con 3,4 miliardi, +15%, e Padova con poco più di 3 miliardi di export.

Per quel che riguarda i mercati, l’export verso la Ue a 27 registra +21,8%, con la Germania a +20,3%; +17,2% l’incremento verso i Paesi extra Ue con un ottimo +34,3% negli Usa, la Svizzera flette di -20,2%.

Molto sostenuta anche la crescita delle importazioni, +42% da 12 a 17,3 miliardi di euro nel periodo.

In termini percentuali fa meglio il Friuli Venezia Giulia, +51,3% nel primo trimestre 2022 a oltre 5 miliardi di euro, contro i 3,3 miliardi del 2021 e i 3,6 miliardi del ‘19 rispetto al quale va in progressione del +39,3%. Buona parte del merito dello scatto va alla cantieristica, che segna da sola una variazione positiva di circa 700 milioni di euro, a seguire la meccanica e il mobile.

Il disaggregato per provincia vede in vetta Udine con 1,88 miliardi, quindi Pordenone con 1,28m quindi Gorizia e Trieste.

Il mercato di sbocco più performante sono gli Usa, che crescono di oltre il 300% e diventano, nel trimestre, il primo mercato di riferimento (grazie alla cantieristica), quindi la Germania, la Francia, l’Austria e il Regno Unito.

e.delgiudice@gnn.it