Il debutto di Chioggia nel mondo delle crociere: attracca la Viking Sky

VENEZIA. E’ la Viking Sky, una delle navi da crociera della “Viking Ocean Cruises”, costruita da Fincantieri, la prima ad aver attraccato a Chioggia, all’Isola dei Saloni, in quello che un attracco temporaneo allestito, e autorizzato, dopo lo stop alle grandi navi bianche a Venezia.

A bordo circa 800 persone, per lo più statunitensi, che nei prossimi giorni (fino a domenica 19 giugno) potranno visitare la città.

Ad accoglierli sulla banchina, il sindaco di Chioggia Mauro Armelao, il presidente dell’AdSP del Mare Adriatico Settentrionale Fulvio Lino Di Blasio, il comandante della Capitaneria di Porto di Chioggia Dario Riccobene, e il vicepresidente di Viking Italia Enrico Prunotto.

Ad autorizzare l’approdo è stata la stessa Autorità portuale e il recente decreto del Consiglio dei ministri, che contiene  anche interventi per la crocieristica a Venezia e la tutela della Laguna, ha stanziato risorse per l’efficientamento dell’infrastruttura.

La Viking Sky al porto di Chioggia

Lo scalo clodiense, al pari dei porti di Barcellona, Civitavecchia e Olimpia/Pireo, è stato scelto dalla compagnia di navigazione quale home-port per l’itinerario dell’Adriatico orientale. Partita da Chioggia, infatti, la nave farà rotta verso Spalato per raggiungere poi i porti di Dubrovnik, Kotor, Corfù e giungere a Olimpia dove verranno sbarcati tutti i passeggeri.

Il presidente dell'Autorità portuale  Di Blasio e il comandante della Viking Sky

«Stiamo lavorando molto su Chioggia, sia sulla pianificazione portuale che sulla valorizzazione dello scalo. – dichiara il presidente AdSPMAS Fulvio Lino Di Blasio –. Ora potremo compiere un ulteriore passo in avanti per la creazione della “destinazione Chioggia” quale parte integrante della programmazione delle compagnie crocieristiche. Chioggia rappresenterà, in questa fase temporanea, una importante soluzione che si aggiunge agli accosti già individuati per il 2022 e per il prossimo anno, in vista del nuovo modello di crocieristica sostenibile che deve essere un obbiettivo prioritario della nostra azione. Se a questo si aggiunge che la città è stata recentemente inserita in una lista di 52 destinazioni a livello mondiale suggerite dal New York Times in tema di turismo sostenibile penso potremmo, già nel corso di questa stagione, salutare, oltre a quella di oggi, ulteriori toccate nave su queste banchine».

e.delgiudice@gnn.it