Trieste Airport, riparte con Volotea il collegamento con la Sardegna

© Oioo Studio

La compagnia aerea low cost ha avviato due collegamenti settimanali tra l’aeroporto del Friuli Venezia Giulia e quello di Olbia

TRIESTE. Il primo volo è decollato il 17 giugno da Trieste airport, lo scalo regionale del Friuli Venezia Giulia, alla volta di Olbia, in Sardegna, e segna la ripresa dei collegamenti aerei tra le due regioni – assicurati da Volotea – che proseguiranno con due voli a settimana, il martedì e il venerdì.

Rappresenta una tappa della ricostruzione del network dei collegamenti aerei dopo i due anni pesantemente condizionati dalla pandemia che, di fatto, avevano pressochè azzerato il trasporto aereo, con una variazione anche di oltre il .-70% rispetto al periodo pre-Covid.

La compagnia aerea ricorda che, durante il periodo estivo, opererà nel suo network con una flotta di 41 aeromobili (contro i 36 dell'estate 2019): a seguito dell’arrivo di Airbus A320 aggiuntivi, Volotea arricchirà la sua offerta, grazie alla maggiore capacità dei nuovi aeromobili e al loro raggio di volo più ampio. In termini di volume, Volotea aumenterà la capacità dei posti di circa il 40% rispetto al 2019, quando la sua offerta era di 8 milioni di posti. La compagnia aerea prevede di trasportare tra i 9 e i 9,5 milioni di passeggeri quest’anno, circa il 32% in più rispetto al suo record assoluto registrato nel 2019, quando sono stati trasportati 7,6 milioni di passeggeri.

Fin dall’inizio delle sue attività, la compagnia aerea si è impegnata per rendere i suoi voli più eco-efficienti e ridurre al minimo le emissioni. Dal 2012, Volotea ha realizzato più di 50 azioni improntate alla sostenibilità, grazie alle quali ha ridotto di oltre il 41% la sua impronta di carbonio per chilometro passeggero. Nel 2022, la compagnia aerea ha cominciato a introdurre carburanti sostenibili per alimentare i propri aeromobili e a collaborare con i settori manifatturiero e industriale affinché questi carburanti – attualmente di difficile accessibilità – possano essere sviluppati e diffusi su larga scala nel più breve tempo possibile.

e.delgiudice@gnn.it