Ivass a Cattolica: serve un aumento di capitale da 500 milioni entro settembre

L'Ivass chiede a Cattolica «la trasmissione, entro il 25 luglio 2020, di un piano» che «descriva in modo puntuale le azioni che saranno intraprese e le rispettive tempistiche» per far fronte al «significativo deterioramento della posizione di solvibilità»