Il dg Ferraresi: "Cattolica non è stata svenduta a Generali"

"Altri si erano affacciati alla nostra porta proponendoci un accordo a condizioni di mercato, cioè a 3,6 euro per azione che, con l'inevitabile sconto applicato all'aumento di capitale, ci avrebbe fatto scivolare vicino ai 2 euro, prestando il fianco a una crisi legata al diritto di recesso" ha spiegato il manager