Masi, nei nove mesi ricavi in calo a 35,6 milioni

Il business del gruppo, si spiega in un comunicato, ha registrato una certa immediata ripresa nel terzo trimestre, potendo contare sulla riapertura - almeno parziale - dei punti di distribuzione dopo il lockdown primaverile

VERONA. Masi agricola chiude i primi nove mesi dell'anno con ricavi a 35,6 milioni di euro, in calo del21,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. L'Ebitda si attesta a 3,4 milioni di euro.

Lo rende noto la società evidenziando di aver registrato un «miglioramento di ricavi e redditività del terzo trimestre dell'anno, con una certa immediata ripresa del business, potendo contare sulla riapertura, almeno parziale, dei punti di distribuzione dopo il lockdown primaverile».

L'indebitamento finanziario netto è pari a 9,3 milioni di euro, rispetto agli 8,7 milioni al 31 dicembre 2019 e 10,1 milioni al 30 settembre 2019. Al momento non è possibile stimare con «sufficiente attendibilità l'impatto che l'emergenza da Coronavirus potrà avere sull'andamento delle attività della società e sulla sua situazione economica, patrimoniale e finanziaria», spiega la società.