Ovs, conti in regola e pronta a varare aumento di capitale per acquisizioni

Il rafforzamento per totali 80 milioni di euro servirà a dotare il gruppo in via preventiva di risorse finanziarie per acquisizioni ed aggregazioni di società operanti nel mercato di riferimento. "Opportunità che si stanno presentando in misura accentuata rispetto al recente passato e che consentirebbero di proseguire nel percorso di consolidamento intrapreso da anni" spiega una nota della società

VENEZIA. I risultati preliminari del trimestre di Ovs, terminato il 31 ottobre, anche se condizionati nelle ultime settimane dal nuovo lockdown, hanno chiuso con un fatturato di circa 360 milioni di euro (+6% circa). La crescita ha riguardato l’intero Paese e tutti i formati e il canale e-commerce è aumentato di più del 40%.

La posizione finanziaria netta rettificata è in netto miglioramento, ammontando a circa 360 milioni, rispetto ai 395 milioni dello scorso anno. In considerazione dei recenti sviluppi del mercato in cui il gruppo opera, mercato che rimane comunque molto sfidante, si sta concretizzando, in particolare negli ultimi due mesi, un’accelerazione delle opportunità di aggregazione e di acquisizione.

A tal fine, il Consiglio d’amministrazione ha deliberato di convocare l’assemblea dei soci per sottoporre una proposta di aumento di capitale in opzione fino a 80 milioni. Il principale azionista, Tip (Tamburi Investment Partners) e l’amministratore delegato Stefano Beraldo, già azionista di Ovs, hanno comunicato l’intenzione di esercitare integralmente i rispettivi diritti di opzione e di sottoscrivere le porzioni di rispettiva competenza.