Il CdA di Volksbank approva il nuovo piano industriale: focus sullo sviluppo dei territori

Il Piano rafforza il ruolo centrale di Volksbank nel sostegno all’economia del NordEst, grazie ad una crescita dei servizi a Famiglie e PMI. Focus sulla sostenibilità, con oltre 2 miliardi di euro di finanziamenti per progetti ESG e 3 miliardi di euro di fondi OICR investiti in aziende con rating ESG

BOLZANO. Il Consiglio di Amministrazione di Volksbank ha approvato il nuovo Piano Industriale per il triennio 2021-2023, incentrato sullo sviluppo sostenibile del business bancario, con un focus sui servizi finanziari per le famiglie e PMI del Nord Est, sulla formazione continua del personale, oltre che ad una rinnovata attenzione al governo delle spese amministrative e al costo del credito.

Grazie alla resilienza ed alla flessibilità della Banca, le specifiche azioni individuate consentono di mitigare gli impatti della pandemia COVID-19 ed assicurare la remunerazione del capitale per tutto l’orizzonte di piano. “Volksbank presenta una struttura di bilancio equilibrata, elevata liquidità, livelli di capitale in crescita ed un ottimo livello di servizio, come comprovato dal recente riconoscimento che la clientela ci ha assegnato nell’ambito dell’indagine sui Campioni del Servizio svolta dall’Istituto Tedesco Qualità e Finanza.

Il Piano che abbiamo elaborato parte da queste solide basi, costruite con la partecipazione e l’impegno di tutti i collaboratori di Volksbank e punta ad una banca sostenibile sia dal punto di vista reddituale che del modello di business, dando un’attenzione sempre maggiore ai temi sociali ed ambientali”, ha detto Lukas Ladurner, Presidente di Volksbank.

“Puntiamo a rafforzare il nostro ruolo di Banca focalizzata sui segmenti delle famiglie e delle piccole e medie imprese, con profili di eccellenza nel rapporto con la clientela del Nord-Est, al fine di assumere il ruolo di motore di trasformazione delle economie e delle comunità in cui operiamo. La nostra struttura, composta dagli oltre 1.300 colleghe e colleghi, le nostre 160 filiali e la nostra tecnologia vengono poste a diretto servizio della clientela.”

Il piano prevede una crescita autonoma della Banca nelle province di riferimento, rafforzando la quota di mercato ed il numero di clienti grazie al mantenimento del numero di Filiali e di dipendenti. Lo sviluppo in tutte le province di riferimento (Bolzano, Trento, Vicenza, Treviso, Belluno, Padova, Venezia e Pordenone) è fondato sull’eccellente professionalità e velocità del servizio, nonché su una rinnovata ed ampliata offerta di prodotti/servizi, anche grazie alla crescita dei canali digitali.