Autogrill, il cda propone un aumento di capitale per 600 milioni, Edizione dei Benetton: pronti a sostenerlo

In Borsa il titolo crolla del 9%. Il rafforzamento patrimoniale servirà a supportare i futuri investimenti e cogliere eventuali opportunità di acquisizione. La proposta in assemblea degli azionisti il 25 febbraio, la previsione è quella di concludere l'operazione entro il primo semestre 2021

TREVISO.Autogrill si prepara ad un rafforzamento patrimoniale per 600 milioni di euro. Dopo la sospensione dei parametri (covenants) sui finanziamenti, dopo il prestito in pool con le banche e garanzia Sace da 300 milioni. ecco una nuova mossa per allargare le spalle ad Autogrill.

Il cda del gruppo attivo nel travel retail, uno dei settori più massacrati dal Covid, ha proposto ai soci un aumento di capitale in opzione fino a 600 milioni per supportare i futuri investimenti e cogliere eventuali opportunità di acquisizione. A dirlo è una nota del gruppo. La Borsa ha reagito malissimo, abbattendo il titolo con una raffica di vendite. A fine seduta l’azione ha chiuso precipitando del 13, 32%. Il cda sottoporrà all'assemblea degli azionisti del 25 febbraio prossimo la proposta di delega quinquennale a realizzare l'operazione, ma la previsione attuale è quella di concludere l'aumento entro il primo semestre 2021.

«Risulta essenziale il rafforzamento della struttura patrimoniale del gruppo, con la conseguente disponibilità di maggiori risorse per far fronte agli investimenti futuri, per proseguire il percorso di crescita e innovazione del gruppo e per cogliere, con la massima tempestività, le eventuali opportunità offerte dal mercato» riporta la nota. Autogrill sta per definire con un consorzio di banche un accordo di pre-sottoscrizione dell'aumento.

«Dopo un 2020 che ci ha visti impegnati a minimizzare l'impatto negativo della pandemia - ha commentato l'amministratore delegato Gianmario Tondato da Ruos - oggi, con una maggiore visibilità in un contesto in cui ancora permangono forti fattori di incertezza, iniziamo un percorso di rafforzamento patrimoniale per assicurarci maggiore flessibilità finanziaria e per cogliere eventuali opportunità che potrebbero presentarsi».

Edizione, la holding della famiglia Benetton, che tiene il 50,1% del capitale di Autogrill, tramite il veicolo Schematrentaquattro, in una nota ha espresso «apprezzamento per la deliberazione adottata», le cui motivazioni strategiche appaiono «pienamente condivisibili e, conseguentemente, intende dotare la propria controllata Schematrentaquattro S.p.A. delle necessarie risorse finanziarie». —