Carraro: la famiglia aumenta il prezzo dell'opa a 2,55 euro

Fly non proroga periodo di adesione, offerta chiude il 4 giugno. L'offerta avrà ad oggetto il 26,76% del gruppo fuori dal controllo dei Carraro. A fronte del nuovo corrispettivo dell'offerta il controvalore massimo complessivo, in caso di adesione totalitaria da parte di tutti gli aventi diritto, sarà di circa 54 milioni di euro

PADOVA. Fly srl, veicolo di cui Enrico e Tomaso Carraro sono azionisti di controllo, ha incrementato il corrispettivo dell'offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria sulle azioni dell'omonima azienda quotata in Borsa.

Il prezzo sale ora a 2,55 euro per azione rispetto ai 2,40 euro iniziali. Il nuovo corrispettivo incorpora un premio del 7,59% circa rispetto al prezzo ufficiale del titolo Carraro registrato il 26 marzo 2021 ossia l'ultimo giorno di Borsa aperta antecedente la data di annuncio dell'operazione, pari a 2,37 euro e un premio pari al 47,27% rispetto alla media ponderata per i volumi scambiati dei prezzi ufficiali registrati dalle azioni nei dodici mesi precedenti la data di annuncio dell'offerta.

L'offerta avrà ad oggetto il 26,76% del gruppo fuori dal controllo dei Carraro. A fronte del nuovo corrispettivo dell'offerta il controvalore massimo complessivo, in caso di adesione totalitaria da parte di tutti gli aventi diritto, sarà pari a 54.396.385 euro. Fly srl ha deciso di non prorogare il periodo di adesione all'offerta, la cui conclusione rimane quindi prevista per il 4 giugno 2021.