Banca Generali continua a correre: a maggio raccolta per 617 milioni, +52%

Nei primi 5 mesi dell’anno si è attestata sopra i 3 miliardi, in crescita del 33% rispetto allo stesso periodo del 2020 

TRIESTE. Raccolta netta per 617 milioni di euro, +52% rispetto allo scorso anno, nel mese di maggio per Banca Generali.

Il dato porta a 3,07 miliardi di euro da inizio anno, +33% nel raffronto con i 5 mesi del 2020.

La composizione della raccolta si conferma trainata da soluzioni gestite (342 milioni nel mese) per un totale di 1,95 mld da inizio anno, pari al 64% della raccolta totale.

Tra i prodotti, spiega la banca, continua l'accelerazione della domanda di contenitori finanziari e assicurativi (156 milioni nel mese, +147% su anno) per un totale da inizio anno di 837 milioni contro i 146 milioni dello scorso anno.

La raccolta in fondi/Sicav retail è stata di 186 milioni nel mese, 1,1 miliardi da inizio anno con un forte contributo da parte di Lux Im (599 milioni da inizio anno).

Banca Generali segnala inoltre la crescita del risparmio amministrato a 374 milioni trainato dall'acquisizione di nuova clientela con una temporanea crescita del conti correnti (228 milioni nel mese, 798 milioni da inizio anno) che ci si attende verrà riassorbita nel corso dei prossimi mesi.

Gian Maria Mossa, ad e dg di Banca Generali

La domanda del servizio di consulenza evoluta a maggio «si è confermata elevata».

 Alla luce dei dati, l'ad e dg di Banca Generali Gian Maria Mossa, ha sottolineato che «La domanda di consulenza finanziaria rimane particolarmente sostenuta in generale e particolarmente orientata alle soluzioni gestite» rileva l’ad e direttore generale Gian Maria Mossa. E in considerazione della «crescita in tutte le principali soluzioni d'offerta», l'ad si è detto «ottimista sulle prospettive per i prossimi mesi».