InfinityHub punta alla Borsa, al via aumento da 2 milioni di euro

La società veneziana ha al suo attivo 11 campagne di raccolta di capitali per la realizzazione di lavori di piste ciclopedonali fotovoltaiche, interventi di efficientamento previsti dal Superbonus al 110% e per Venice LightYear, la riqualificazione energetica dell'isola di San Servolo a Venezia

MILANO. La veneziana InfinityHub, specializzata nell'efficientamento energetico e nella realizzazione di sistemi produttivi di energia da fonti rinnovabili, punta allo sbarco in Piazza Affari entro l'estate del 2023. In vista dell'Ipo l'Azienda ha avviato una raccolta di capitali per 2 milioni di euro sulla piattaforma CrowdFundMe, quotata a sua volta in Borsa.

InfinityHub ha ha iniziato ad operare nel 2017 con un valore della produzione di 120mila euro, salito nel 2020a 3,5 milioni. Al suo attivo ha 11 campagne di raccolta di capitali per la realizzazione di lavori di piste ciclopedonali fotovoltaiche, interventi di efficientamento previsti dal Superbonus al 110% e per Venice LightYear, la riqualificazione energetica dell'isola di San Servolo a Venezia.

Per il 2021 ha messo in cantiere interventi per oltre 10 milioni di euro, il 333% in più rispetto al 2020). Con l'aumento di capitale su CrowdFundMe InfinityHub punta a investire 200mila euro nel proprio sistema di Erp (pianificazione delle risorse aziendali), 800mila euro per i futuri costi di advisor e 1 milione per l'assunzione di nuove "figure chiave" a completamento dell'organigramma aziendale per il prossimo biennio.