CiviBank: niente quorum, slitta l’assemblea

In prima convocazione non è stato raggiunto il quorum del 50% del capitale. Si va al 25 maggio. Ora si apre la finestra temporale per avere l’esito dei ricorsi al Tribunale della Ue e al Tar, e delle segnalazioni a Consob, Banca d’Italia e Ministero dell’economia

UDINE. Nonostante Sparkasse, l’istituto altoatesino che ha lanciato un’Opa su Civibank, abbia superato il 28 aprile la soglia del 50% delle adesioni, la scadenza per comunicare la partecipazione all’assemblea della Spa friulana – che era antecedente – ha fatto sì che, in prima convocazione, l’assise di fatto non venisse convocata perchè non è stata raggiunta la maggioranza assoluta del capitale necessaria.

Automatico il rinvio al 25 maggio, in seconda convocazione, e questo dà tempo per avere riscontro alle azioni avviate dal Cda di Civibank, ovvero il ricorso al Tribunale della Ue – competente in quanto l’autorizzazione all’Opa è della Bce – quindi al Tar, con richiesta di sospensiva, a cui si sommano i rilievi inviati a Consob, Banca d’Italia e Mef.

Civibank contesta il ruolo della Fondazione Sparkasse, primo azionista di CariBolzano, alla quale – grazie alla sede in una Regione a Statuto speciale – non è stato imposto dalla normativa in vigore (Legge Amato e decreto successivo del ‘99) di cedere la partecipazione di maggioranza nella banca conferitaria (Sparkasse spa, per l’appunto) come è avvenuto invece per tutte le altre Fondazioni, ma la normativa – sempre secondo il ricorso – non la autorizza, neanche indirettamente, ad acquisire partecipazioni rilevanti in altre banche. Tanto meno se queste hanno sede di altre regioni.

E questo è quel che accadrebbe se l’Opa raggiungesse l’obiettivo.

Del richiamo alla normativa bancaria di riferimento non si fa cenno nel documento dell’Opa, da qui la segnalazione a Consob, Bankitalia e Mef.

Si attende ora l’esito dell’assemblea warrant – in un’unica convocazione per modificare il regolamento – che risulterà convocata in presenza del 20% degli aventi diritto.

Le assemblee non sono state convocate in presenza ma attraverso il rappresentante designato.

(articolo in aggiornamento)