In evidenza
Sezioni
Quotidiani GNN
finanza

Generali più forte nel mercato asiatico sale al 100% di Mpi

La compagnia è tra principali assicuratori della Malesia Completata l’acquisizione delle quote della jv tra Axa e Affin

Luigi dell’Olio
2 minuti di lettura

TRIESTE. Generali ha completato l'acquisizione delle quote di maggioranza delle joint venture di Axa e Affin ed è salito al 100% di Mpi in Malesia, diventando così uno dei principali assicuratori danni del Paese asiatico, in linea con la strategia del gruppo triestino di rafforzare la propria posizione di leadership nei mercati ad alto potenziale.

L’operazione è in continuità con il precedente piano triennale, che aveva visto la compagnia rafforzare la propria presenza e redditività attraverso una dozzina di operazioni tra acquisizioni (dal Portogallo alla Grecia, alla Polonia) e partnership strategiche.

Nel corso di quest’anno si sono concluse l’acquisizione di Cattolica Assicurazioni, con un esborso complessivo per circa 1,4 miliardi, e de La Médicale in Francia per 435 milioni di euro. Ora il Leone potrà integrare le attività nel mercato malese per arrivare a operare con due compagnie, vita e danni, e un unico brand, "Generali Malaysia", che si prevede venga lanciato a inizio 2023.

Il Continente asiatico costituisce una delle aree di maggiore interesse per il Leone, dove è presente in otto Paesi: Cina, India, Tailandia, Malesia, Hong Kong, Filippine, Indonesia, Vietnam. Generali è stato il primo gruppo assicurativo occidentale ad approdare in Cina nel 2002, attraverso la compagnia Vita Generali China Life Insurance Company, in partnership con China National Petroleum Corporation.

Inoltre opera nell’area per mezzo di Guotai Amc, società di gestione del risparmio di cui detiene il 30% dal 2009 che gestisce fondi comuni d’investimento e piani pensionistici aziendali. Tornando all’ultimo annuncio, il Leone ha rilevato il 70% nella joint venture Axa Affin Life Insurance (49% da Axa e 21% da Affin) e il 53% circa in quella Axa Affin General Insurance (rispettivamente il 49,99% e il 3%).

In parallelo il gruppo guidato da Philippe Donnet ha portato dal 49 al 100% la partecipazione in Mpi Generali Insurans Berhad, acquisendo le azioni detenute da Multi-Purpose Capital Holdings Berhad (Mphb Capital), joint venture partner in Malesia. Il corrispettivo totale delle operazioni è pari a 262 milioni di euro, soggetto ad aggiustamenti al closing.

Il gruppo italiano punta a integrare le attività di Mpi Generali e Axa Affin Generali Insurance per arrivare a detenere il 70% della società risultante dall’integrazione. Con il restante 30% sia della società vita, sia danni destinato a restare in capo ad Affin Bank.

Le aziende continueranno a operare con i marchi attuali fino al lancio di un unico brand, “Generali Malaysia”, previsto all’inizio del 2023. «Le operazioni sono perfettamente in linea con la strategia ‘Lifetime Partner 24: Driving Growth’ di Generali, che prevede di rafforzare la nostra posizione di leadership nei mercati ad alto potenziale. Da oggi siamo uno dei maggiori assicuratori danni in Malesia, un Paese che presenta forti prospettive di crescita grazie a un’economia in sviluppo e a un tasso di penetrazione assicurativa ancora relativamente basso», commenta una nota Jaime Anchústegui Melgarejo, ceo international del gruppo.

Secondo Rob Leonardi, regional officer di Generali Asia, si tratta di «un’opportunità unica per mettere a fattor comune i nostri talenti e le risorse per creare un unico brand che avrà le dimensioni, l’ampiezza e le capacità per competere in modo più efficace e redditizio nel mercato assicurativo malese, offrendo un servizio di maggior valore ai nostri clienti».

I commenti dei lettori