In evidenza
Sezioni
Quotidiani GNN

Home banking, la migliore app del mondo è dell’italiana Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo Mobile è un punto di riferimento per oltre 12 milioni di clienti multicanale, con un miliardo e mezzo di login all’anno e 146 milioni di operazioni transazionali, e supporta gli acquisti di prodotti e servizi conclusi sui canali digitali del Gruppo

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Stefano Barrese, responsabile Divisione Banca dei Territori Intesa Sanpaolo

 

La prima app di home banking del mondo è italiana. La società di ricerche statunitense Forrester ha dichiarato l’App Intesa Sanpaolo Mobile “Global Mobile Banking Apps Leader”, prima assoluta tra tutte le app di banking valutate nel mondo con le migliori funzionalità e customer experience.

Il rapporto pubblicato, The Forrester Digital Experience Review: Global Mobile Banking Apps, Q4 2022, oltre a riconoscere la digital leadership, ha evidenziato come Intesa Sanpaolo sia best practice per gestione quotidiana delle finanze (Money Management), navigazione (Navigation), privacy e contenuti informativi (Privacy cues and content).

Intesa Sanpaolo Mobile è un punto di riferimento per oltre 12 milioni di clienti multicanale, con un miliardo e mezzo di login all’anno e 146 milioni di operazioni transazionali, e supporta gli acquisti di prodotti e servizi conclusi sui canali digitali del Gruppo, che rappresentano quasi il 40% delle vendite totali di Banca dei Territori. I clienti possono contare su una piattaforma digitale innovativa, inclusiva e pienamente integrata alla rete fisica

Stefano Barrese, responsabile Divisione Banca dei Territori Intesa Sanpaolo: “In questi anni abbiamo compiuto un percorso di profonda trasformazione digitale che ha visto le persone al centro, in un modello basato su relazioni di fiducia e qualità dei servizi. Consideriamo quello di oggi un riconoscimento della nostra leadership digitale e uno stimolo per la nuova sfida: il lancio di Isybank, la banca digitale solo mobile, con funzionalità distintive per soddisfare le nuove esigenze di una clientela sempre più operativa a distanza”.

I commenti dei lettori