In evidenza
Sezioni
Quotidiani GNN

Partnership con Iccrea, Generali si chiama fuori. Nomina per Kanu come ceo in Gc&

La compagnia del Leone si sarebbe ritirato dalla corsa alla partnership assicurativa con la banca di riferimento delle Bcc

Luigi Dell'Olio
1 minuto di lettura
(ansa)

Novità in casa Generali. Secondo indiscrezioni di mercato, il Leone si sarebbe ritirato dalla corsa alla partnership assicurativa con Iccrea, mentre in parallelo annuncia una nomina tra i top manager. Partendo da quest’ultima, nella giornata di ieri è stata comunicata la nomina di Christian Kanu a chief executive officer di Generali Global Corporate & Commercial, che fornisce soluzioni assicurative e servizi nel ramo danni ad aziende medio/grandi e intermediari in 160 Paesi.

Già ceo di Tokio Marine Europe, Kanu – che diventerà operativo nel ruolo il 30 gennaio prossimo - ha maturato più di 20 anni di esperienza nel settore assicurativo, ricoprendo posizioni di vertice in numerosi paesi e in mercati diversi. Il manager gestirà l’implementazione del business societario in tutti i mercati in cui è presente la realtà del gruppo Generali. Nel dare il benvenuto al nuovo arrivato, Jean-Laurent Granier, country manager France, Europe Assistance & Global Business Lines, ne sottolinea le qualità, parlando di «un leader con una solida ed estesa esperienza internazionale nel settore assicurativo. Il suo background multiculturale e multinazionale – aggiunge – si adatta perfettamente alla forte natura internazionale di Gc&C». La nota si conclude con un saluto al predecessore a interim Manlio Lostuzzi per «il suo lavoro e impegno nel guidare Gc&C in questi anni».

Sempre ieri è circolata la voce della rinuncia di Generali a concorrere nella gara per diventare partner assicurativo di Iccrea, banca di secondo livello che raggruppa le banche di credito cooperativo, mentre sarebbero alla sfida finale Assimoco, Cardiff, Groupama, Helvetia e Hdi. A questo proposito va ricordato che Cattolica, che è stata acquisita da Generali, è l’attuale partner assicurativo di Bcc Vita e Bcc Assicurazioni. Dal Leone non commentano il rumor, ricordando che la bancassurance non è di certo il principale tra i canali di distribuzione, mentre la priorità per il danni è incrementare la raccolta e mantenere un’elevata marginalità tecnica; sul vita sviluppare i prodotti a basso assorbimento di capitale e incrementare la profittabilità tecnica.

I commenti dei lettori