Treviso, l'Istituto di sanità autorizza le mascherine lavabili di Tessitura Monti

I dispositivi in cotone 100 per cento della storica fabbrica di Maserada sono stati valutati idonei per la protezione individuale di livello 2

TREVISO. Tessitura Monti SpA in amministrazione straordinaria, ha ottenuto parere favorevole da parte dell'Istituto superiore di sanità (Iss) per la classificazione di "dispositivo medico" per le proprie mascherine lavabili. L'approvazione da parte dell'Iss permette di produrre e commercializzare le mascherine in 100% cotone, quali mascherine chirurgiche di tipo 2.
 
Conformi alla normativa Uni 14683 e 10993 secondo i test condotti in laboratori accreditati, le mascherine di Tessitura Monti, la storica fabbrica di Maserada di Piave, grazie ai particolari trattamenti effettuati, hanno dimostrato di presentare tutte le caratteristiche di traspirabilità, efficienza di filtrazione batterica e pulizia da microbi previste dalle normative tecniche in vigore.
L'approvazione da parte dell'Iss ne consente ora l'utilizzo anche in ambienti di assistenza e sanitari, dimostrando così l'efficacia e il valore del prodotto.
 
"Siamo molto orgogliosi del risultato raggiunto, a quanto ci risulta sono davvero pochissime le aziende del settore tessile che hanno ottenuto il riconoscimento da parte dell'Istituto superiore di sanità su mascherine in cotone lavabili e riutilizzabili - afferma il commissario straordinario, Fabio Pettinato il quale aggiunge che l'azienda ha "convertito una parte dei processi con l'obiettivo di rispondere alle nuove esigenze della popolazione".