Alla Snam di Istrana sarà installata la prima turbina ibrida metano-idrogeno

Completati i test per il funzionamento di questa turbina. la prima al mondo, progettata per una infrastruttura di trasporto del gas naturale

TREVISO - Baker Hughes e Snam hanno completato i test per il funzionamento della prima turbina "ibrida" a idrogeno al mondo progettata per un'infrastruttura di trasporto del gas naturale.

Lo annunciano le due aziende che sottolineano che si tratta di un progetto «interamente italiano».

La nuova turbina "NovaLt12" che potrà essere alimentata con una miscela di idrogeno fino al 10% e gas naturale (H2ng), è stata progettata e realizzata nello stabilimento Baker Hughes di Firenze, per essere poi installata entro il 2021 nell'impianto di spinta di Snam a Istrana (Treviso).

Ad oggi il 70% dei metanodotti di Snam è già costruito con tubi in grado di trasportare «quantità crescenti di idrogeno miscelate con gas naturale nell'ottica di contribuire al taglio di emissioni di Co2 del Paese».

Applicando la percentuale del 10% di idrogeno al totale del gas trasportato, fa sapere Snam, se ne potrebbero immettere ogni anno in rete 7 miliardi di metri cubi, un quantitativo equivalente ai consumi annui di 3 milioni di famiglie e che consentirebbe di ridurre le emissioni di anidride carbonica di 5 milioni di tonnellate.

Quanto alla turbina NovaLt, è la prima famiglia di turbine gas ad alte prestazioni di Baker Hughes pronte per l'idrogeno, ed è in grado di bruciaremiscele di gas metano e idrogeno, dal 5% fino al 100% di idrogeno.