Unifarco vince l'Oscar dell'imballaggio con il suo contenitore Eco Piping

La soluzione vincente dell’azienda: un nuovo contenitore per prodotti skin care, innovativo e sostenibile, che cambia l’idea del cosmetico e del suo relativo impiego, con un richiamo alla sac à poche dei pasticceri

BELLUNO. L’Oscar dell’imballaggio nella categoria Quality Design ha un vincitore: Unifarco con il suo “Eco Piping Bags”, un nuovo contenitore per prodotti skin care, innovativo e sostenibile, che cambia l’idea del cosmetico e del suo relativo impiego, con un richiamo alla ‘sac à poche’, strumento notoriamente utilizzato in pasticceria. L’azienda bellunese – fondata e formata da farmacisti che propone prodotti cosmetici, nutraceutici, dermatologici e di make-up efficaci e sicuri – ha quindi ottenuto il primo posto, confrontandosi con grandi aziende del settore imballaggi.

La motivazione espressa dalla giuria: “Il prototipo introduce una nuova visione e una nuova concezione del flacone per skin care. Il trasferimento tecnologico della forma, che ricorda una sac à poche da pasticceria, afferma nuove coordinate espressive e propone al consumatore la sperimentazione di nuovi modelli di utilizzo”.

Sviluppato con con Unired – Spin Off nato dalla collaborazione tra Unifarco e l’Università di Padova – l’“Eco Piping Bags” è realizzata in materiale compostabile e biodegradabileal 100% (compreso il tappo, realizzato con stampante 3D), ed è avvolto da una morbida carta gradevole al tatto. La sua configurazione, oltre ad essere un elemento curioso di innovazione, riduce drasticamente la possibilità di contaminazione, evitando quindi il contatto diretto del dito con il prodotto nel contenitore (ad esempio un vasetto). Inoltre, il design facilita il totale svuotamento, agendocontro lo spreco di prodotto. Un vero e proprio modello di contenitore green di cui è stato depositato il brevetto e che l’azienda progetta di industrializzare nel 2022.

“È la prima volta che partecipiamo a questa competizione, siamo orgogliosi del traguardo raggiunto – commenta Gianni Baratto, Vice President Scientific Area di Unifarco – La sostenibilità è un ambito chiave per noi, sul quale lavoriamo da sempre con una visione complessiva, guardando ad uno sviluppo sostenibile non solo del packaging, ma anche di ingredienti e prodotti tramite una rigorosa formulazione in eco design, in un vero e proprio modello virtuoso”.

L’ideazione di questo packaging ad alto valore aggiunto ha richiesto l’integrazione di competenze e attori diversi, tra cui Corapack, Alpi, Keeplastics, Master Solutions, Luce e Sila.

Il packaging bio-based in fase sperimentale non è l’unica soluzione green sviluppata di recente da Unifarco, a testimonianza dell’impegno dell’azienda nel settore sostenibilità. Sono stati creati anche duenuovi packagingconplastica 100% riciclata, uno per la linea detergenza e haircare che ha permesso di risparmiare un’emissione annua sul mercato italiano di 11.000 kg di plastica vergine, e uno per la soluzione micellare con un risparmio annuo di 3.600 kg di plastica vergine.

Unifarco, infine, è stata la prima azienda cosmetica al mondo a certificare l’impatto ambientale di molti suoi prodotti attraverso il modello EPD® (Environmental Product Declaration), creato con Ambiente Italia e considerato tra i più credibili standard a livello mondiale.

***

UNIFARCO

Nata nel 1982 ai piedi del Parco delle Dolomiti bellunesi (Santa Giustina), Unifarco è una Società per Azioni fondata e formata da farmacisti che propone prodotti cosmetici, nutraceutici, dermatologici e di make-up efficaci, sicuri e a un giusto prezzo. Unifarco si rivolge esclusivamente al canale farmacia: attualmente fornisce oltre 5.000 farmacisti europei (di cui oltre 2.700 in Italia). È gestita dai 4 soci fondatori con oltre 350 soci farmacisti. Ha attualmente oltre 400 dipendenti in azienda e 130 collaboratori sul territorio (formatori, informatori, agenti, beauty consultant, ecc). Nel 2019 il Gruppo Unifarco ha avuto un fatturato di oltre 100 milioni di euro. Ha filiali in Germania e Spagna e reti di vendita sviluppate in Francia, Austria e Svizzera.

UNIRED

UNIRED è uno spin-off nato nel 2012 dalla collaborazione tra Unifarco e il Dipartimento di Scienze del Farmaco, la Clinica Dermatologica e il Dipartimento di Psicologia Generale dell’Università degli Studi di Padova. Formato da un team multidisciplinare di professori universitari, giovani ricercatori, consulenti qualificati e imprenditori, UNIRED si pone l’obiettivo di promuovere la ricerca di base e di sviluppare soluzioni personalizzate per l’innovazione di prodotto e la crescita del know-how delle aziende Health & Personal Care.