Bmg Pharma, 9 milioni di investimenti: da Friulia due milioni fra equity e prestito

Dietro al sostegno di Friulia progetti ambiziosi per una realtà che oggi conta in Friuli 4 dipendenti (e 17 complessivi) ma con un parco clienti sparso in 80 Paesi. Specializzata nello sviluppo di prodotti B2B e brevetti nel campo della dermatologia, dell’igiene orale e della cura delle osteoartriti, in tre anni Bmg Pharma ha depositato quattro nuovi brevetti, registrato 36 prodotti lanciandone altri 37 nuovi in Paesi extra-UE

TRIESTE.  Nove milioni di investimenti. È quanto prevede il piano 2021-2023 di Bmg Pharma, azienda biofarmaceutica lombarda insediata a Torviscosa. A sostenere i suoi progetti di sviluppo è intervenuta Friulia, che su Bmg Pharma, nata nel 2018 da un’aggregazione con Sigea, spin-off dell’ateneo di Trieste, ha puntato una fiche di 2 milioni, equamente divisi tra aumento di capitale e prestito obbligazionario convertibile.

Dietro al sostegno di Friulia progetti ambiziosi per una realtà che oggi conta in Friuli 4 dipendenti (e 17 complessivi) ma con un parco clienti sparso in 80 Paesi. Specializzata nello sviluppo di prodotti B2B e brevetti nel campo della dermatologia, dell’igiene orale e della cura delle osteoartriti, in tre anni Bmg Pharma ha depositato quattro nuovi brevetti, registrato 36 prodotti lanciandone altri 37 nuovi in Paesi extra-UE. Archiviato il 2019 con 5,2 milioni di fatturato, nel 2020 ha fatto segnare un +30% nelle vendite di prodotti, con l’obiettivo di un ulteriore +45% a fine 2021. «In due anni – spiega Marco Mastrodonato, ceo di Big Pharma – abbiamo finalizzato la produzione di acidi ialuronici modificati tramite un processo brevettato, avviandone la messa in commercio».—