Despar a 3,9 miliardi, in aumento dell’8,4%: «Cresceremo ancora»

Il fatturato è stato generato per il 68% dai punti vendita diretti e per il 32% dai negozi affiliati

Despar Italia ha chiuso il 2020 con un fatturato di 3,9 miliardi, in crescita dell'8,4% rispetto all'anno precedente. Lo comunica la società in una nota, specificando che il fatturato è stato generato per il 68% dai punti vendita diretti e per il 32% dai negozi affiliati. La distribuzione del fatturato per insegna vede il 37% originato dai punti vendita sotto il marchio Despar, il 36% da Eurospar e il 27% da Interspar.

A sostenere le performance di Despar Italia, ha contribuito anche l'apertura di oltre 60 punti vendita con un investimento complessivo di 90 milioni. Inoltre, si specifica che l'entrata ufficiale a gennaio 2020 di Gruppo 3A in Despar Italia e le iniziative di crescita sull'intero territorio nazionale definite dalle sette aziende del consorzio hanno consentito di arrivare a un totale di 1.399 punti vendita per oltre 811.000 mq di superficie.

Per il 2021, Despar Italia intende proseguire il percorso di sviluppo sul territorio, mettendo in atto un piano di aperture e ristrutturazioni che coinvolgerà oltre 40 punti vendita. «Siamo certi che anche il 2021 confermerà il nostro percorso di crescita consolidando l'apprezzamento dei consumatori verso le nostre iniziative commerciali e i nostri prodotti», ha dichiarato Paul Klotz, presidente di Despar Italia.