Continua l’avanzata di Amazon: 3 mila posti di lavoro e 350 milioni di euro di investimenti

In apertura tre centri entro l’autunno e 11 nuovi depositi di smistamento, tra cui in Veneto, Fvg e Trentino Alto Adige

PADOVA. Il colosso Amazon continua ad avanzare in Italia.

Entro l’anno aprirà nuovi depositi anche a Nordest, tra Veneto, Trentino AA e Friuli Venezia Giulia,

Complessivamente le previsioni sono per 3 mia nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato in Italia entro la fine dell'anno, portando la forza lavoro complessiva dell'azienda a oltre 12.500 dipendenti, dai 9.500 di fine 2020, in più di 50 sedi in tutta Italia.

Già avviata la ricerca di personale per ruoli sono disponibili in varie aree, dalla logistica al machine learning, per ogni tipo di esperienza e titolo di istruzione.

Il «Piano Italia» di Amazon, che ha l'obiettivo di creare opportunità di crescita per l'economia italiana, dunque accelera nel 2021 con un investimento di oltre 350 milio

«La crescita del digitale è una opportunità di ripartenza per il Paese e noi vogliamo dare il nostro contributo», ha detto Mariangela Marseglia, Country Manager di Amazon.it e Amazon.es, sottolineando che «investire nella digitalizzazione del Paese significa sostenere opportunità di crescita attraverso la creazione di nuovi posti di lavoro, formazione abilitante per i nostri dipendenti, e opportunità di sviluppo per le Piccole e medie imprese italiane che utilizzano i nostri servizi per vendere i loro prodotti in Italia e all'estero».

In particolare, quest'anno Amazon aprirà due centri di distribuzione a Novara e Cividate al Piano (Bergamo), un centro di smistamento a Spilamberto (Modena) e 11 depositi di smistamento in Piemonte, Trentino-AltoAdige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Umbria e Marche.

Amazon ha recentemente presentato anche l'European Innovation Lab a Vercelli, progettato per sviluppare e implementare nuove tecnologie per accrescere la sicurezza dei propri dipendenti e migliorarne l'esperienza lavorativa.