Ecco chi è Max Versace, il “cervello” di ritorno che insedia in Fvg la divisione europea di Neurala

Un'immagine tratta dal sito internet di Neurala

Il docente di Intelligenza Artificiale e fondatore del dipartimento Neuromorphics Lab della Boston University, ha scelto Trieste come sede di Neurala Europe

TRIESTE. Nato a Monfalcone, laureatosi a Trieste, Massimiliano Versace, professore di Intelligenza Artificiale alla Boston University e fondatore del dipartimento Neuromorphics Lab dello stesso ateneo, ritorna in Friuli Venezia Giulia con Neurala, l’azienda fondata con la moglie, Heather Ames, e Anatoli Gorchet.

Neurala Europe, la divisione europea della società Usa, specializzata nelle tecnologie legate all’Intelligenza Artificiale applicate ai processi industriali, avrà sede a Trieste.

All’operazione contribuisce Friulia, la Finanziaria della Regione Fvg, che ha sottoscritto un aumento di capitale del valore di 1 milione di euro come parte dell’operazione di funding di 12 milioni di dollari complessivi portata avanti da Neurala, con l’obiettivo di incrementare la patrimonializzazione e sostenere il piano di sviluppo della newco, che prevede, tra l’altro, l’assunzione in regione di risorse ad alta specializzazione nei prossimi anni.

Neurala, come detto, nasce dal genio intuitivo di Massimiliano Versace. Originario di Monfalcone, laurea in Psicologia all’Università di Trieste, nel 2001 con il supporto di una borsa Fulbright si trasferisce negli Stati Uniti dove continua a coltivare la sua passione per la Neuroscienza e le tecnologie applicate all’Intelligenza Artificiale.

Massimiliano Versace impegnato in un podcast

Nel 2006 costituisce la società che si specializza nello sviluppo di tecnologie legate al deep learning applicato all’Intelligenza Artificiale fino a diventare una realtà affermata in tutto il mondo.

In 15 anni di lavoro Neurala ha portato avanti attività di ricerca e studio nell’ambito dell’Intelligenza Artificiale e, anche grazie alla collaborazione con la Nasa, Darpa, National Science Foundation e con altre agenzie di ricerca e università statunitensi, è riuscita ad applicare i suoi software su più di 56 milioni di devices (smartphone, telecamere intelligenti, droni, robot e macchine industriali).

Nel 2020 ha lanciato il nuovo prodotto Neurala Via (Visual Inspection Automation), finalizzato al miglioramento del controllo qualità nel processo produttivo dell’industria manifatturiera.  

Nei primi mesi del 2017 Neurala aveva già concluso negli Stati Uniti un importante round di funding da circa 15 milioni di dollari che le ha permesso di finanziare lo sviluppo di nuove tecnologie utilizzate nei propri prodotti.

Attraverso la controllata Neurala Europe, Neurala intende accrescere il proprio peso in Europa, dove hanno sede numerose realtà clienti che operano nel settore manifatturiero (in particolare in Germania e in Italia).

Massimiliano Versace

Neurala Europe avrà un ruolo fondamentale per lo sviluppo della clientela in Europa e per il lancio di nuovi prodotti, grazie all’utilizzo del know-how della casa madre Neurala per tutti i clienti con sede produttiva in Europa.

«Per me la nascita di Neurala Europe non è solo un ritorno a casa, ma un passo importante per costruire il futuro tecnologico della nostra azienda in una città con densità altissima di ricercatori qualificati, nonché ponte commerciale naturale con un Est Europa in forte crescita nel settore manufatturiero», ha dichiarato il ceo di Neurala, Massimiliano Versace.