Lozza, il brand più antico dell’occhialeria italiana, entra nel registro dei marchi storici italiani

Mika con i Lozza

Fondato nel 1878 ha fatto la storia dell’eyerwear nel Paese e nel mondo. Dai pince-nez dell’800 agli occhiali a farfalla degli anni 50, dagli Zilo del periodo Ottanta-Novanta, è uno dei brand più amati

BELLUNO. Lozza, il brand più antico dell'occhialeria italiana di proprietà del Gruppo De Rigo, entra nel registro speciale dei marchi storici italiani.

«Un riconoscimento prestigioso che rende omaggio all'avventura del marchio - si legge in una nota - frutto della particolare intuizione di Giovanni Lozza e dei fratelli Frescura a cui si deve la nascita del grande distretto dell'occhialeria bellunese».

Modello anni 50

Fondato nel 1878, Lozza ha fatto la storia dell'eyewear in Italia e nel mondo e continua a raccontare, ancora oggi, qualità e creatività attraverso le proprie collezioni.

Dai pince-nez di fine Ottocento ai «fassamani» da teatro, dagli occhiali a farfalla degli anni Cinquanta agli «Zilo» d'ordinanza degli anni Settanta-Ottanta, dai modelli futuristici della fine del millennio scorso a quelli d'ispirazione vintage, Lozza si caratterizza per proposte ispirate alla tradizione ma sempre contemporanee e innovative.

Lozza anni 60

Tra i fattori che hanno decretato il successo di Lozza nel tempo: il primato nell'utilizzo della celluloide, materiale plastico all'avanguardia derivato dalla cellulosa; il design dei suoi modelli; l'impiego di macchinari progettati per ridurre al minimo gli infortuni sul lavoro; un'idea di economia circolare ante litteram, grazie all'introduzione del riutilizzo degli scarti di produzione per la fabbricazione di altri oggetti, come per esempio i bottoni.

http://mailto:e.delgiudice@gnn.it