Cantiere Vittoria consegna due unità alla Guardia Costiera

ROVIGO. Con una cerimonia che si è tenuta oggi in Banchina Grandi a Porto Levante, Cantiere Navale Vittoria, azienda veneta specializzata nella progettazione e costruzione di imbarcazioni militari, paramilitari, da lavoro e commerciali ha consegnato alla Guardia Costiera Italiana due unità di tipo S.A.R. (Search and Rescue) CP 300.

Si tratta del conferimento al Corpo delle Capitanerie di Porto di altre due delle cinque modernissime imbarcazioni dal valore complessivo di 10 milioni e 450 mila euro, inaffondabili e auto- raddrizzanti, destinate principalmente allo svolgimento delle operazioni di ricerca e soccorso in mare. Le prime due unità sono state infatti consegnate lo scorso febbraio.

Alla cerimonia per il passaggio ufficiale delle unità hanno partecipato Paolo Duò, presidente del Cantiere Navale Vittoria, e una delegazione della Guardia Costiera italiana rappresentata dal Luogotenente Pietro Alaimo e dal Capo 1' Cl. Ippazio Rizzo. A seguire si è tenuta la benedizione delle imbarcazioni da parte del Parroco di Donada.

Il Cantiere di Adria si era aggiudicato la gara europea indetta dal Ministero dei Trasporti nel 2016. Le unità realizzate per la Guardia Costiera italiana sono modernissimi mezzi in lega leggera di alluminio, inaffondabili e auto-raddrizzanti, lunghe circa 20 metri, larghe 4,5 metri, con un pescaggio di 0,95 metri. Le imbarcazioni sono state progettate per raggiungere una velocità massima continuativa di 35 nodi e sono in grado di ospitare fino a 200 persone.

"Con la consegna di oggi - commenta Paolo Duò, presidente del Cantiere Navale Vittoria durante l'evento - contribuiamo a rendere più ricca, innovativa e moderna la flotta della Guardia Costiera del Paese e con questa cerimonia confermiamo con essa uno storico rapporto di collaborazione".