AdditiveStartup, la Metalmed di Udine alla finale nazionale

Una realizzazione di Metalmed

L’azienda opera nella produzione di semilavorati protesici in 3d

UDINE. L’odontotecnico invia il file del progetto digitale ed entro mezza giornata riceve la “stampa” in 3d, realizzata su misura, pronta per essere lavorata e consegnata in tempi brevi all’odontoiatra. E nel caso la consegna del dispositivo medico odontoprotesico giungesse in ritardo al professionista, il cliente pagherà la metà del suo costo.

L’idea è della Metalmed di Udine, scelta tra oltre 20 proposte imprenditoriali e startup innovative che si sono candidate alla seconda edizione di “AdditiveStartup Italia”, evento creato da Friuli Innovazione e Am Ventures, patrocinato da Aita (Associazione Italiana Tecnologie Additive). Unica impresa del Fvg selezionata, Metalmed ora sfiderà al “Pitching event” del 13 settembre le altre sei startup che hanno superato la prima scrematura.

Marco Sergio Pittoritto e Michele Cioffi

Marco Sergio Pittoritto di Udine, 27 anni, e Michele Cioffi, 36 anni, di Gemona, sono partiti solo questa estate ma hanno già molti contatti attivi. Entrambi appassionati di digitale, hanno constatato che mancava un punto di riferimento nella produzione di semilavorati protesici in 3d. Loro li stampano con l’azienda italiana Sisma, sia in metallo con cromo-cobalto che in resina, per modelli e finiture. In fase di ricerca e sviluppo, con un brand mirato alla chirurgia e all’odontoiatria, anche un progetto relativo alla stampa 3d di griglie chirurgiche in titanio, utili alla rigenerazione ossea mandibolare.

Unici nel panorama regionale ad utilizzare la tecnologia selective laser melting, i due imprenditori puntano a una tempistica veloce, in linea con le reali esigenze degli odontoiatri e dei loro pazienti. «Abbiamo lavorato per mesi sul protocollo operativo e sul processo, conosciamo bene questo mondo e vogliamo dare garanzie - riferiscono -. Basta ritardi: è il fornitore ad allinearsi ai tempi odontoiatrici e odontotecnici, non viceversa».

Il progetto Metalmed selezionato dall’incubatore Friuli Innovazione rispecchia la transizione digitale che sta vivendo il settore dentale, che vede migliorare la precisione e abbattere il rischio di fusione dei metalli. L’utilizzo combinato tra stampante 3d selective laser meltinge fresatori a cinque assi, inoltre, permette di rifinire le strutture stampate, rendendole compatibili con gli impianti dentali.

nordesteconomia@gedinewsnetwork.it