Codognotto rende green i trasporti di Electrolux

WWW.CLAUDIOBETTIO.IT

L’azienda di trasporti di Salgareda impiega, come carburante per i propri mezzi, un gas ottenuto da scarti di lavorazione, rifiuti e biomasse. Emissioni giù del 95% e produzione di gas sostenibile

SALGAREDA. Abbattere le emissioni di CO2 partendo dal principio: è l’obiettivo che l’azienda Codognotto di Salgareda è impegnata a perseguire e che, dopo i primi approcci basati su prototipi e tentativi pionieristici, è diventato una realtà in corso. E in corsa.
In questo senso sostituire il carburante dei mezzi di lavoro con un gas ottenuto da scarti lavorati di produzione, rifiuti e biomasse è il grande passo portato avanti in collaborazione con Vulcangas, azienda italiana innovativa, leader nella distribuzione di LNG e primo operatore nazionale nell’impiego BIOLNG di matrice organica.

È con loro che Codognotto ha attivato un vero e proprio “corridoio” sostenibile lungo il quale far viaggiare la sua flotta per la tratta Santa Lucia di Piave-Piacenza, luoghi che ospitano l'impianto di produzione ed il centro di distribuzione Electrolux.

Una partnership che prevede consapevolezza e volontà condivise tra cliente e fornitore, entrambi disposti ad investire in un futuro green, mettendo in moto un circolo virtuoso che ci si augura possa diventare il nuovo modus operandi dell’attività logistica.
L’abbattimento delle emissioni è reale e pari al 95/96%, ma è la stessa produzione del gas ad essere sostenibile; non prevede infatti pozzi, trivellazioni o gasdotti transcontinentali e riduce al minimo anche le emissioni indirette garantendo una filiera interamente e rigorosamente locale, tracciata e certificata.
Attraverso questo meccanismo sarà sempre possibile per Electrolux, e per il cliente finale, avere costantemente sotto controllo lo stato dell’arte di tutto il processo di trazione, ancora prima della partenza del mezzo.
Per Codognotto si tratta dello step più recente all’interno di un processo di conversione al bio iniziato nel 2014 e che si impegna ad arrivare ad una flotta che sia 100% LNG (gas naturale liquefatto), arrivando ad adeguare anche quella destinata al mercato internazionale e capillarizzare così il più possibile la rete di distribuzione.
nordesteconomia@gedinewsnetwork.it